L’Urvolk della Cultura megalitica e del bicchiere campaniforme: un’Europa indoeuropea ab imis

|

L’indoeuropeità del popolo del bicchiere campaniforme e il problema della collocazione temporale e geografica delle origini di questa cultura.

Stato e Nazione. L’attualità di Hegel

|

La lezione hegeliana risulta ancora di grande interesse oggi che particolarismi politici, demagogia e poteri oligarchico-finanziari depotenziano il ruolo dell’istituto statuale.

Dall’impero al formicaio

|

La Russia dall’impero zarista alla rivoluzione bolscevica in un articolo giovanile di Adriano Romualdi.

Europa e Tradizione. Le tesi di Dominique Venner

|

Per Dominique Venner l’Europa, sul baratro aperto del nichilismo, può ritrovare ancora una volta la propria peculiare capacità di rinascere.

Le fonti delle migrazioni nell’Italia centrale: i Siculi e il magma dei popoli

|

Una panoramica sui Siculi e le loro migrazioni basate sulle testimonianze degli scrittori classici.

Aurora e frammenti postumi

|

Una breve recensione di Aurora di Nietzsche pubblicata da Adriano Romualdi nel 1968.

Borges et alii

|

Sandro Giovannini ha dedicato un saggi all’esegesi della produzione di Borges, di Victoria Ocampo e altri autori elitisti.

Nae Ionescu, un maestro. Conoscenza metafisica ed esperienza religiosa

|

E’ stato pubblicato un volume di Nae Ionescu, il filosofo che fu maestro e guida spirituale della giovane generazione romena, tra le cui fila vanno annoverati Eliade, Cioran e Noica.

Brasillach, l’essere gioioso

|

Il libro di Alice Kaplan su Brasillach è esemplare d’una situazione che peggiora dopo un lavaggio dei cervelli durato decenni.

Mishima, Bellezza e Morte

|

Riccardo Rosati propone una lettura eminentemente estetica della creatività e delle scelte dello scrittore giapponese.

Lo spirito della religione greca antica

|

Per Walter Otto gli dei greci sono forme nelle quali si è data, concretamente, una rivelazione extraumana.

Qualcosa d’altro

|

Una raccolta di racconti fantastici in cui vera protagonista del narrato è la natura, esperita nella sua ambiguità di potenza creatrice e distruttrice.

1 2 3 4 5 6 7 181