La fragilità e la grandezza dell’uomo nella visione filosofica di Seneca

|

Seneca è moderno nel senso in cui si può dire che lo sia anche Petrarca: è un uomo inquieto, lacerato fra spinte contrastanti, conscio della sua debolezza, fiacco nella volontà, e tuttavia sinceramente proteso verso l’affermazione della sua parte spirituale.

La più serena celebrazione dello sport antico nel quinto canto dell’«Eneide»

|

Il quinto canto dell’Eneide rappresenta una specie di sorpresa per il lettore di Virgilio: qui non dolorose memorie e amori strazianti, non suono di corni guerreschi e clangore di spade, ma una pausa serena, gioiosa, rinfrescante, dedicata alla celebrazione dei giuochi in occasione del primo anniversario della morte di Anchise, padre dell’eroe troiano.

Virgilio e le Georgiche, capolavoro ispirato alle api

|

Virgilio scrive le Georgiche con animo religioso e commosso, e vede ovunque presente, sulla scorta delle dottrine orfico-pitagoriche, una vera e propria Anima universale o Anima mundi.

Tacito. La ricostruzione del Campidoglio

|

Un passo delle Historiae di Tacito tratta dei riti religiosi preliminari alla ricostruzione del Tempio Capitolino dopo l’incendio del 69 dell’e.v.

Il culto di Virgilio nel medioevo

|

Storia della ricezione, dell’interpretazione e della fortuna dell’opera vergiliana nell’Europa medievale

Homero y la epopeya homérica

|

Sobre Homero se han publicado más libros que sobre Cervantes, sobre Goethe o Shakespeare, más que sobre la Atlántida o las pirámides de Egipto.

Marco Tullio Cicerone. Divinazione, presagi, auspici e aruspici

|

Le posizioni di Cicerone sulla divinazione e l’importanza dei suoi scritti come fonte per lo studio della religione romana.

Publio Nigidio Figulo

|

Dettagliata recensione del saggio di Nuccio D’Anna su Publio Nigidio Figulo, filosofo pitagorico e cultore della aruspicina etrusca.

Renzo Vitali su Senofane di Colofone

|

Recensione del saggio di Renzo Vitali sull’opera e il pensiero di Senofane di Colone

1 2