Il panismo dannunziano alla luce del «disvelamento dell’essere» di Heidegger
| |

Alcuni tratti peculiari accomunano il sentire dal poeta pescarese con la filosofia del disvelamento dell’essere sviluppata da Heidegger.

Dalla Casina Rosa. Prospettive morselliane
| |

Il volume collettaneo Guido Morselli. Un Gattopardo del Nord raccoglie alcuni contributi dei più noti esegeti italiani e stranieri dello scrittore.

Tra il «Calendario» e Strapaese. Nicola Lisi e l’Altro come assenza e verità sostanziale
| |

Di Nicola Lisi (11 aprile 1893 – 24 novembre 1975) è recentemente tornato in libreria Diario di un parroco di campagna, un appello alla bellezza e alla necessità di rinuncia al proprio io al fine di riscoprire un rapporto armonioso con Dio, con gli uomini e con le cose del mondo.

Ardengo Soffici: dalla crisi dell’Ignoto toscano al vitalismo autoritario del giustiziere Lemmonio Boreo
| |

E’ stato recentemente ristampato Ignoto toscano di Ardengo Soffici, considerato unanimemente lo scritto più rappresentativo della prima fase sofficiana.

Palazzeschi: conservatore “romano”, futurista, anticomunista e apolitico
| |

Maestro del riso dissacrante e del grottesco, Aldo Palazzeschi certamente non prese parte alla “politica politicata”, ma di questioni politiche se ne intendeva eccome.

Storia ed esoterismo si tingono di «giallo»
| |

Nei suoi romanzi Giulio Leoni costruisce una trama poliziesca e investigativa o nel passato vicino o lontano, oppure aggiunge a una classica trama poliziesca elementi fantastici, fantascientifici, orrorifici, esoterici e occulti, senza che però questi appaiano posticci.

Vampiri e spettri. Ecco i nonni italiani del «fantastico»
| |

Si può dire che la tentazione del fantastico abbia colpito un po’ tutti i nostri maggiori scrittori, veristi compresi, anche se saltuariamente. Più diffusa la vena sotterranea a livello di narrativa popolare, e lo sforzo di una critica aperta e intelligente dovrebbe essere quello di riportarli alla luce.

Céline en Italie
| |

Maurizio Makovec a publié un livre fort intéressant sur l’aubaine littéraire de Céline en Italie. L’oeuvre, précédée par un éclairant avant-propos d’Alain de Benoist, est divisée en deux parties. La première est dédiée à la critique et aux interprétations de Céline dans la culture italienne, et la deuxième passe en revue les traductions italiennes des oeuvres de Céline.

“Roma”: ritratto palazzeschiano di una società in declino
| |

Pubblicato nel 1953 per i tipi della Vallecchi, Roma – appartenente alla cosiddetta trilogia del “ritorno all’ordine” – è il romanzo più tradizionale del funambolo della letteratura italiana: Aldo Palazzeschi.

Un classicista sui generis nella cultura letteraria italiana del ‘900
| |

Cardarelli si rivela uno spirito controcorrente nell’era delle avanguardie e delle “rivoluzioni”: in lui emerge un chiaro intento volto alla riscoperta delle radici della propria terra.

Il figlio di due madri: il realismo magico di Bontempelli
| |

Scritto in pieno regime autarchico, Il figlio di due madri è un romanzo – o meglio, un racconto lungo – fortemente innovativo.

Un eroe italiano
| |

Romano è non solo il capolavoro di Kurt Caesar, ma anche il personaggio avventuroso più completo del fumetto italiano fra le due guerre.

La spiritualità di Marinetti: fra anticlericalismo, spiritismo e cristianesimo
| |

L’anticlericalismo di Marinetti ben si sposa con quello del movimento fascista, anzi è ancor più radicale di quest’ultimo. Con l’avanzar degli anni, nondimeno, Marinetti farà ritorno alla fede cattolica.

Un cacciatore di serial killer nella Londra dell’Ottocento
| |

La mano sinistra di Satana di Roberto Genovesi (Newton Compton) porta una ventata di novità da parte di uno scrittore italiano in un genere letterario che sembrava esclusivo appannaggio degli autori di lingua inglese.

Prima che tutto sia finito
| |

Nel romanzo Prima che tutto sia finito Daniele Lembo immagina che un prototipo del «raggio della morte» sia stato completato da un assistente di Guglielmo Marconi e, dopo l’8 settembre, portato a Nord per la sua messa a punto.

Cupo, letterario e onirico. Ecco il gotico all’italiana
| |

Michele Mari è un unicum nel panorama della narrativa italiana, perché possiede un retroterra culturale che gli permette di combinare il classico con i capolavori della narrativa gotica, nera, orrorifica e fantasmatica, e di coniugare una sapienza di scrittura allo stesso tempo originale e mimetica.

Il Trobar clus di Michele Fabbri
| |

Lungo il misterioso cammino nelle cui segrete il piombo, silenziosamente, va trasmutandosi in oro, è possibile inciampare in esperimenti indecifrabili e suadenti: è questo il caso del Trobar clus di Michele Fabbri.

Due di briscola
| |

Nel romanzo d’esordio dell’avvocato Franco Legni rivivono personaggi che richiamano Fante, Bukowski, Salinger.

L’esotismo eroico di Emilio Salgari
| |

La prosa salgariana è stata il biglietto d’ingresso per i mondi sconosciuti – ma conoscibili – verso i quali l’uomo occidentale si è sempre sentito fortemente attratto.

La concezione dell’uomo e del mondo nel romanticismo italiano
| |

Le principali caratteristiche della visione del mondo romantica in Italia e i parallelismi con la Germania e l’Inghilterra.

Lontano da tutto, nell’oceano in tempesta: Walter Bonatti sull’isola di Capo Horn
| |

La prosa di Bonatti dimostra la capacità di fondere armoniosamente cose e impressioni vivide e immediate con improvvisi e struggenti voli della fantasia, la quale, complice l’atmosfera stregata di quei luoghi lontani da tutto, afferra e trasporta il lettore come su un tappeto magico, depositandolo in un luogo che non è più soltanto fisico, per quanto remoto, ma anche e soprattutto interiore: un luogo dello spirito, capace di abbattere e dissolvere le barriere dello spazio e del tempo.

Morselli, che scrittore “fantastico”
| |

Uno degli autori del Novecento che ha avuto importanti frequentazioni con l’Immaginario è Guido Morselli. E oggi che praticamente tutte le sue opere sono state pubblicate lo si dovrebbe annoverare tra i nostri autori del Novecento più importanti in assoluto

Tutti gli amori di una Sibilla
| |

Si chiamava Rina Faccio, ma per tutti è stata e sarà per sempre Sibilla Aleramo, nata nella piemontese Alessandria nell’estate del 1876 e morta cinquant’anni fa, il 13 gennaio del 1960, nella Capitale, dove si era da tempo trasferita seppur conduceva una vita a tratti quasi da nomade

Le stelle danzanti
| |

La storia di Fiume in rivolta mostra una classe dirigente di artisti, letterati e politici schierata in prima persona per la causa irredentista e nel rivendicare il sacrificio di tanti nelle trincee della Prima Guerra Mondiale

I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri
| |

La vita e le opere di Vittorio Alfieri testimoniano con grande spicco e notevole drammaticità la svolta fondamentale nella cultura e nella civiltà europea dall’Illuminismo al Romanticismo

La decisione difficile di Felice Trojani
| |

Il nome di Felice Trojani non dirà forse molto al grande pubblico odierno, che dimentica in fretta; ma esso è indissolubilmente legato a una delle pagine più altamente drammatiche delle nostre esplorazioni polari: quella della spedizione Nobile al Polo Nord del 1928.

Guareschi, anarchico sentimentale
| |

Giovannino è stato il più genuino monarchico anticomunista d’Italia. Sul Candido si distinse con memorabili vignette: celebri quelle pubblicate nell’imminenza delle elezioni del 1948

La Cerere della Romagna Toscana
| |

La Cerere della Romagna Toscana di Giuseppe Mengozzi è l’ultimo dei grandi poemi bucolici latini: un’opera notevole per dimensioni, struttura e sapienza costruttiva.

È libertario il “nostro” Risorgimento
| |

Nel 150° dell’unificazione si deve uscire dall’oleografia retorica di un Risorgimento polveroso e museale, senza per questo ricadere nell’opposta litania

Nausea dell’esistenza e bassezza morale nell’opera di un falso “grande” della letteratura: Carlo Emilio Gadda
| |

Nel caso di Gadda, è difficile sottrarsi alla netta impressione che ci siano molto odio e molto disprezzo verso se stesso, ma senza l’onestà intellettuale di riconoscerlo e cercando, invece, un bersaglio esterno sul quale rovesciare tutta la propria frustrazione di ricco borghese socialmente declassato, di scrittore presuntuoso e misantropo

Cesare Pavese, un autore che a destra…
| |

Un ricordo e un profilo biografico di Cesare Pavese scritto nella ricorrenza del centenario della nascita

La politica è un poker con le carte truccate
| |

Il romanzo Razz di Augusto Grandi è l’impietoso ritratto della vita di coloro che nel mondo contemporaneo ‘si danno alla politica’

Dino Campana, l’ultimo germano
| |

Un profilo biografico del poeta Dino Campana, nietzscheano confesso, ammiratore della cultura tedesca sovrumanista, esempio di irrazionalismo a rotta di collo… insomma un fascista

Sciascia, un siciliano deluso dall’Italia
| |

Un breve profilo sulla vita e l’opera di Leonardo Sciascia e le tante polemiche che la hanno segnata

Demone Pulcinella
| |

Un interessante thriller simbolico di Bruno Pezone, La catena di Partenope, rivela le due nature coesistenti della città di Napoli.

Il superomismo sociale di D’Annunzio
| |

I goffi tentativi della storiografia marxista e liberale di far apparire Gabriele d’Annunzio come un antifascista ante-litteram.

L’inganno della virtù
| |

Breve recensione del secondo romanzo storico di Giuseppe Mazzanti, un giallo ambientato nella Borgogna medievale.

Walter Bonatti tra i fiordi della Patagonia
| |

La prosa semplice e vigorosa di Bonatti nei reportage per Epoca dal continente sudamericano.

La Stella dell’Araucania, un dramma passionale sui ghiacci di Emilio Salgari
| |

Recensione de La Stella dell’Araucania, un avvincente romanzo di Emilio Salgari ingiustamente dimenticato.

Il “silenzio” di Claudio Catani
| |

Una panoramica sulla produzione di Claudio Catani, autore di tre raccolte poetiche.

“Al polo australe” di Emilio Salgari, tra mito romantico e suggestioni positivistiche
| |

Nella sterminata produzione narrativa di Salgari, l’ambiente polare occupa un posto ragguardevole. Al Polo Australe è ambientato nei pressi di Capo Horn.

Massimo Fini romanziere
| |

Il primo romanzo di Massimo Fini Il Dio Thoth (Marsilio) offre una visione radicalmente pessimistica sul futuro prossimo.

Apocalisse 23
| |

Recensione della omonima raccolta poetica di Michele Fabbri, pubblicata da Il Ponte Vecchio di Cesena

Guido Ceronetti e l’angelo ferito
| |

Recensione del libro di poesie ‘Le ballate dell’angelo ferito’ di Guido Ceronetti

Le maschere di Olindo Guerrini
| |

La vita e l’opera letteraria del poeta romagnolo Olindo Guerrini, che ebbe uno straordinario successo di pubblico.

Morte, miseria e crudeltà di un polemista
| |

Grandezze e miserie di Pier Paolo Pasolini

Apocalisse amore
| |

Recensione della omonima raccolta di poesie di Davide Rondoni

Elemire Zolla, il conoscitore di segreti
| |

Recensione della biografia di Elemire Zolla a cura di Grazia Marchianò

Salgari Duemila
| |

Un bilancio dell’opera di Emilio Salgari e delle sue profezie sul futuro.

1 2