Alcune note sulla dottrina della preesistenza

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. ekaros ha detto:

    Molto interessante, e universalmente giusto e reale. Ma come compatirli! Si, come compatirli… Si dice che in questo basso ciclo l’isolamento è totale, nulla è coscientemente unito ad un minimo di superiore… E tutto equilibratamente fa parte di questa epoca, come coloro che la vivono, Solo chi s’innalza, e di poco, si rende conto di questa realtà… E la voglia di evasione è tanta… Limite, ignoranza, basse vibrazioni… Nebbia opprimente…Isolamento totale… Lugubri rintocchi di campane nel buio, nel buio più nero, più asfissiante, e rumori… caotici rumori martellanti ovunque, trascinanti in basso, come pietre precipitanti senza fine da vertiginose altezze…
    Ma una fioca luce nel buio di chi è desto è accesa, e nel silenzio arde, libera e pura…
    E un sottile sorriso s’innalza…

  2. Daniele Bettini ha detto:

    Giovanni Balducci puoi scrivere qualche articolo sul genio familiare (nelle varie culture) e come si puo’ preservare e tramandare di nascita in nascita?
    E come e quando lo si puo’ perdere?

    E puoi dirci se c’è stata in Europa, nella Grecia classica, un qualcosa di simile alla teoria dei tre Guna indu’?

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *