Il Necronomicon, libro maledetto

storia-del-necronomiconIl “Necronomicon” è considerato da molti un testo maledetto. Esso è il “libro dei Morti”, e probabilmente il suo autore è un poeta arabo di nome Abd al-Hazred, nato nello Yemen nel 700 DC. Il titolo originale dell’opera era Al Azif, che significa “suono delle voci dei demoni”, ma popolarmente sta ad indicare il suono che producono gli insetti notturni. Secondo varie fonti Al-Hazred, folle poeta di Sanaa, capitale dello Yemen, che si dice sia vissuto nel periodo dei Califfi Ommaiadi, nell’ottavo secolo dopo Cristo, non era mussulmano ma adorava entità pagane chiamate Yog Sototh e Cthulhu. L’autore prese parte a molti misteriosi pellegrinaggi tra le rovine di Babilonia e le catacombe segrete di Memphis e trascorse dieci anni in completa solitudine nel grande deserto dell’Arabia meridionale, il Raba El Khaliyeh, (o “Spazio vuoto” degli arabi antichi) e Dahna, o “Deserto Cremisi” dei moderni, ritenuto dimora di spiriti maligni e mostri mortiferi. Tutti coloro che sostengono di aver attraversato questo deserto, narrano di strane ed incredibili meraviglie.

Intorno all’anno mille una traduzione segreta bizantina attribuì al testo maledetto il titolo greco Necronomicon, letteralmente “il libro delle leggi dei morti”. Si dice che alcune copie di questo libro siano scritte con il sangue e rilegate con la pelle di esseri umani uccisi nel corso di riti sacrificali. Il Necronomicon prevederebbe che il Grande Cthulhu, dio con testa di Polipo, segretamente venerato da folli adoratori nei più disparati recessi della terra, sarebbe stato imprigionato all’alba dei tempi nella sua città sommersa dalle acque. Lì Cthulhu attenderebbe pazientemente il momento in cui le stelle torneranno nella giusta posizione. A quel punto il mostro dovrebbe riemergere e riprendere il dominio della terra. Nei suoi ultimi anni Al Hazred avrebbe vissuto a Damasco, dove venne scritto l’Al Azif, e della sua morte nel 738 d.C., si raccontano particolari terribili. Per esempio Ibn Khallikan, biografo del XII secolo, afferma che Al Hazred venne afferrato in pieno giorno da un mostro invisibile e divorato in maniera agghiacciante di fronte un gran numero di testimoni gelati dal terrore. Anche la sua follia fu oggetto di molti racconti. Al Hazred affermava di aver visitato la favolosa Irem, la Città dalle Mille Colonne, e di aver trovato fra le rovine di un innominabile villaggio desertico le straordinarie cronache ed i segreti di una razza più antica dell’umanità. Per più di un secolo il Necronomicon favorì innominabili esperienze, finché non venne soppresso e bruciato intorno al 1050 dal vescovo Michele, patriarca di Costantinopoli. Successivamente il nome del volume fu solo furtivamente sussurrato ma, nel tardo Medioevo (1228), il danese Olaus Wormius ne fece una traduzione latina, basata sulla versione greca di Fileta, che vide la stampa due volte: una alla fine del XV secolo, in caratteri gotici in Germania, poi nel XVII in Spagna. L’opera, sia in latino che in greco, nel 1232 fu posta all’indice nell’Index Expurgatorius da papa Gregorio IX.

Copie custodite:

· Il British Museum custodisce nei suoi archivi riservati una copia del testo in caratteri gotici, completo (XV sec).
· Un miliardario americano sembra che possieda una copia del testo in caratteri gotici.
· La Bibliothèque Nationale a Parigi è in possesso di un esemplare dell’edizione spagnola (XVII sec).
· La Miskatonic University di Arkham, Massachussets, possiede una copia dell’edizione spagnola (XVII sec).
· La Biblioteca dell’università di Buenos Aires possiede anch’essa una copia dell’edizione spagnola.
· La Widener Library di Harvard ha un’altra copia spagnola (XVII sec).
· La Biblioteca dell’Università di Lima nel Perù possiede una copia dell’edizione italiana.
· La Kester Library di Salem, Massachussets, custodisce una copia del Necronomicon in caratteri gotici.
· La Central Libray della California State University, Los Angeles, possiede una copia dell’edizione spagnola.
· In una collezione privata del Cairo si trova un esemplare dell’edizione italiana.
· La Biblioteca Vaticana possiede una copia del testo in caratteri gotici ed una dell’edizione italiana.
· In una Località sconosciuta della Cina, esiste una copia manoscritta del testo arabo.
Sicuramente esistono numerose altre copie presso dei privati.

storie-del-necronomiconVersioni:

· Originale arabo: tre copie manoscritte risalenti al 730-738.
· Teodoro Fileta (traduzione greca): una copia manoscritta, risalente al 950, in Costantinopoli. Versione ricavata dal testo arabo.
· Olaus Wormius (traduzione latina): una copia manoscritta, del 1228 circa, nello Jutland. Versione ricavata dal testo greco di Fileta.
· John Dee (traduzione inglese) una copia manoscritta, del 1580, in Londra. La versione probabilmente è ricavata dal testo di Fileta.

Edizioni:

  • Edizione tedesca: testo in latino, impresso in caratteri gotici, riproducente la versione di Olaus Wormius. Non ha data né luogo di pubblicazione: è stato stampato probabilmente a Norimberga alla fine del secolo XV.
  • Edizione italiana: il testo è in greco, e riproduce la versione di Teodoro Fileta. Senza data né luogo di pubblicazione: è stato probabilmente stampato a Roma, intorno al 1567.
  • Edizione spagnola: il testo in latino riproduce la versione di Olaus Wormius. Privo di data e di luogo di pubblicazione. Stampato probabilmente a Madrid, intorno al 1623.

Una leggenda sostiene che la vera versione del Necronomicon esista davvero e per riconoscerla sia sufficiente guardare la copertina del libro. Se essa fosse di pelle umana allora non ci sarebbero dubbi; sarebbe l’originale.Resta tuttavia ancora il dubbio se sia realmente esistito o meno, se le copie che ci sono in giro siano un bluff, o realtà. Molti hanno provato ad usare le sue formule, pochi sono riusciti a superare le prove alle quali sono stati sottoposti. C’è chi come Paracelso sostiene che basti la convinzione psicologica per fare accadere le cose, mentre per altri, invece, bisogna usare le formule corrette. Qui di seguito inserisco una delle tante traduzioni di un rituale per l’evocazione di Yog-Sothoth che si possono trovare.

Rituale per l’evocare di Yog-Sothoth e aprire il Passaggio.

L’ESCLUSIONE.

Zazii, Zamaii, Puidmon il Potente,
Sedon il Forte, El, Yod, He, Vau, He,
Iah, Agla, proteggimi e aiutami mentre io evoco il Passaggio!
(è necessario in questa fase accendere incenso e candele)
Nessun diavolo può avvicinarsi dal Nord!
Nessun diavolo può avvicinarsi da Est!
Nessun diavolo può avvicinarsi da Sud!
Nessun diavolo può avvicinarsi da Ovest!
Nessun diavolo può avvicinarsi dallo Zenith!
Nessun diavolo può avvicinarsi dal Nadir!
(è necessario piegarsi verso le varie direzioni)
Il Cerchio Infuocato chiude ogni cosa dentro!
Draba, draba, kalta, kalta, entemoss!
Il Cerchio Infuocato chiude ogni cosa fuori!
Draba, draba, kalta, kalta, entemoss!
Accar, Zour e Maroud! Chiudete il cerchio e non permettete a nessun diavolo di passarci attraverso!
Draba, draba, kalta, kalta, entemoss!
(coloro che partecipano al rituale devono camminare in cerchio e spruzzare sale, acqua e incenso)

EVOCAZIONE.

Per Adonai Elohim, Adonai Jehova
Adonai Sabaoth, Metraton Ou Agla Methon,
Verbum Pythonicum, Mysterium Salamandrae
Cenventus Sylvorum, Antra Gnomorum
Demonia Coeli God, Almonsin Gibor
Jehoshua Evam Zariathnatmik, Veni, Veni, Veni!
(A questo punto bisogna mettere le mani sopra la tua testa con i pollici e gli indici uniti così da creare un triangolo equilatero. Ruotare , poi, la mano destra in modo da dividere la metà del triangolo che punta giù, creando un parallelogramma. Ruotare infine la mano sinistra in modo da creare un triangolo che punta in giù. Muoverlo in basso lungo la fronte, giralo in su, così che il triangolo si trovi sopra la fronte.)
Ascoltami!
Re dello spazio infinito!
Motore dei pianeti!
Il Fondatore della velocità!
Il Sovrano dei terremoti!
Il Conquistatore del terrore!
Il Creatore del Panico!
Distruttore!
Il Vincitore splendente!
Figlio del Caos e del Vuoto!
Guardiano dell’Abisso!
Dio delle Estreme Oscurità!
Signore delle Dimensioni!
Conoscitore dei Misteri!
Guardiano dei Segreti!
Signore del Labirinto!
Vertice degli Angoli!
Mestro dei gufi
Punto Omega!
Signore del Passaggio!
Colui che apre la Strada!
Il più Vecchio!
Tutto-in-Uno!
L’unico protratto nella vita!
Umr At-Tawil!
Iak-Sathath!
YOG-SOTHOTH NAFL’FTHAGN!!!
I tuoi servi ti chiamano!
In questo passaggio si ha bisogno di un bastone. Esso va ruotato in posizione orizzontale e spostato in sequenza: da destra a sinistra, su-giù, avanti e indietro.

APRIRE IL PASSAGGIO.

(In questa fase il bastone deve essere in posizione orizzontale)
Yog-Sothoth conosce il Passaggio.
Yog-Sothoth è il Passaggio.
Yog-Sothoth è la chiave e il guardiano del Passaggio.
Passato, presente e futuro, tutto è uno in Yog-Sothoth.
Per ciò che non può essere nominato,
Per Azathoth,
Per Nyarlathotep,
Per Shub-Niggurath,
Per i due serpenti,
Per ciò che creò il Vuoto,
Per Kadath nel Desolato Freddo,
Per il Plateu del Leng,
Per Yuggoth,
Per la lente lunare,
Per l’Imprigionato,
Per il Libero,
Per Samas, Gibil e Nusuku,
Per l’Alto Nome di Ea,
Per i Sette Demoni,
Guardiano, lascia che il Passaggio sia aperto!
Per il Caos,
Per il Vuoto,
Per la Luce,
Per le Tenebre,
Per l’Aria,
Per il Fuoco,
Per l’Acqua,
Per la Terra,
Chiave, apri il Passaggio!
Per il mio giuramento impaurito,
Lascia che costoro che vogliono uscire escano!
Lascia che costoro che vogliono entrare vengano!
Lasciaci guardare nella Luce Nascosta!
Lasciaci guardare nelle Cieche Tenebre!
Squarcia il Velo!
Rompi lo Specchio!
Rivela l’Illusione!
Osserva, il Passaggio si apre!
(Lentamente il bastone deve essere ruotato dalla posizione orizzontale a quella verticale. Successivamente va fatto il segno dello Squarcio del Velo.)
Osserva, i Nodi sono riempiti di Potere!
Osserva, le Linee sono riempite di Potere!
Osserva, gli Angoli contorti e aperti!

Condividi:
Segui Andrea Veronese:
Ultimi messaggi

38 Responses

  1. Marco
    | Rispondi

    tutto ciò che ho letto fin ora è agghiacciante…. sono rimasto senza parole anche se dubito di questi esseri sovraumani…

  2. christian
    | Rispondi

    provero a farlo…una di queste sere

  3. marco
    | Rispondi

    Ma vi pare che nessuno abbia già provato a leggere la formula e anche a fare tutte le cose scritte nella formula, oggi se fosse vero ci sarebbero 3000 passaggi aperti!!!

  4. Silvia Pia
    | Rispondi

    Credete e vi sarà dato ! … ma … colui che veramente crede, in cuor suo sa che ciò che sa non gli appartiene … semplicemente … " è " … credete e vi sarà dato … la mente inganna, il cuore no!

  5. cristina
    | Rispondi

    il Necronomicon è solo un testo fantastico: non credo propria esista un "originale" che gira x il mondo :-))

  6. Sissi
    | Rispondi

    beh christian hai fatto o no? E' arrivato lui o sei andato tu? Facci sapere!

  7. angelo
    | Rispondi

    E' convincente ! A mio avviso è un frutto misto di realtà e finzione come il codice da vinci. Qualcosa di vero deve esserci. Lovercraft si è tirato indietro per paura, ha detto quindi che era tutta una balla.

  8. Anack sun am un
    | Rispondi

    io penso ke nel passato dell'uomo vi e'un alone di mistero cosi' come e' il confine tra vita e morte…se nn fosse cosi' anke la bibbia sarebbe una bufala eppure milioni vi credono e adorano colui ke la profetizzava…cmq nn bisogna destare il sonno dei defunti o di potenti entita' ke nn conosciamo…solo gli antichi le conoscevano.

  9. dave
    | Rispondi

    aspettandoli

  10. Chrono
    | Rispondi

    Sono perplesso.. lovercraft, come ha detto lui stesso, è stato tt inventato da lui.. come possono esserci delle copie custodite nei musei??? xD

    Penso che la cosa sia cosi intrigante che ha spinto le persone a creare dei falsi per impressionare maggiormente le persone con i media é_è

  11. Luca
    | Rispondi

    io credo che il libro sia esistito, e che racchiude tantissimi segreti sulle chiavi dell'universo e tuttavia si sono estinti col passare del tempo e o manipolazioni inesatte sulle formule….per quale motivo oggi come oggi non si riesce ad aprire le porte con quelle formule? "formule tratte dal libro Al Azif" che personalmente ho provato solo alcune…….

  12. Elena
    | Rispondi

    ….al posto di teorizzare, parlate delle esperienze! Qualcuno ha provato? Luca tu dici di si…parlacene!

  13. Todini
    | Rispondi

    Buonasera,

    Potrebbe anche essere che il Necronomicon sia finzione…ma se ragioniamo cosi…allora perche dovremmo ritenere altri testi sacri piu validi ? Abbiamo forse prove certe sull'origine e l'efficacia di tutti i testi misitci ? Tutti discesi da divinita ?…mah… Se la mettiamo in questi termini credo sarebbe meglio evitare ulteriori commenti. Credo che dietro ogni tabu ci sia qualcosa di realmente sacro….ma non e' un compito facile averne esperienza.

  14. Centro Studi La Runa
    | Rispondi

    @Todini:

    il tuo sillogismo non regge. Se così fosse, basterebbe un alone di mistero per conferire valore sacro a qualunque cosa, dagli UFO ai tavolini che ballano durante le evocazioni degli spiriti ai cerchi nel grano. Oppure lo si dovrebbe negare tout court a ogni cosa.

    Questo non toglie però che il fascino (alle volte un po' perverso) del Necronomicon dia parecchio da riflettere; ma a mio avviso più sotto il profilo dell'antropologia che delle scienze occulte.

  15. MarioAsh evil dead 4
    | Rispondi

    ogni notte mi gurado il film evil dead 1, 2, e il 3 ma principalmente il primo,il filn di sam raimi racchiude una verità riguardo alla storia del necronomicon samur samanda hora ngat e poi dice sempre se non vado errando kandar, kandar è una città araba sembra che sia un deserto,cmq io credo fortemente che bil libro sia esisitito veramente e va combaciato nell'epoca delle torri di babele questa è la mia teoria se esiste la bibbia e miliardi di esseri umani ci credono ci sarà pure una legge per questi morti un libro che racchiude formule che permetta loro di venire nel nostro mondo,quando i mari erano rossi di sangue risale all'epoca di gesù, e fu con quel sangue che fu scritto il libro troppe cose combaciano puo' sembrare una bufala ma di bufala non c'è proprio niente, per me il libro esiste ed è tenuto segreto in qualche parte del mondo.

  16. fàtica
    | Rispondi

    Innanzitutto la versione della biblioteca vaticana credo sia in Latino tradotta per lo più in malo modo dal greco antico..in secondo luogo Cthulhu ha testa di "polpo"cioè ha dei tentacoli 😛 non di polipo che è una cosa leggermente diversa ..poi è vero si che l'autore viene considerato un pazzo ma è da tenere presente che la sua pazzia ( si dice ) sia stata originata dall' aver letto questo "testo maledetto" scritto in una lingua morta a lui sconosciuta e dall'averne capito il senso : senso che, in sintesi, classifica gli uomini come una razza che "proviene dalle stelle" ( in un' epoca in cui si credeva ancora che la Terra fosse PIATTA o ancora che NON girasse attorno al Sole anzi si supponeva il contrario xD ) , che parla di un momento in cui "i Pianeti si riallineeranno" aprendo un varco verso il nostro mondo, permettendo agli "Antichi" di tornare a raccogliere i frutti del loro raccolto, costituendo la fine di un "Era" ( e questo allineamento dovrebbe culminare tra un paio d' anni circa ).. Da non dimenticare che nella versione originale dell Bibbia anche Mosè era riconosciuto come folle..quindi non è questine di interpretazioni, di veridicità o meno, ma semplicemente una questione di fede ..siamo liberi di pensare quello che vogliamo ma non sapremo la verità finchè non l'avremo spiattellata 😛 davanti ai nostri occhi.. In fine, per l'evocazione dell' Innominabile.. -.-' credete che basti leggere una fomuletta per evocare ciò che nel "libro delle leggi che governano i morti" è classificato come un Dio ? Le varie versioni sono state tradotte dagli unici "intellettuali" del tempo, cioè quelli appartenenti al clero..è sciocco pensare che nella trascrizione abbiano potuto lasciare le formule autentiche di un testo che è stato da loro stessi bandito …

  17. […] della trilogia Sabeana di Frank G. Ripel, si articola in due parti. La prima riguarda un testo, il Necronomicon, o Libro dei Nomi Morti, che risale a circa 4000 anni fa e che viene ora per la prima volta […]

  18. Antonio
    | Rispondi

    E non scrivete Lovercraft, cavolo! E' LOVECRAFT! Blasfemi!

  19. Symo
    | Rispondi

    oggettivamente bisogna riconoscere che le buffonate scritte sulla bibbia e sul corano non erano più sufficienti in tempi moderni… ma leggere un bel giallo, andare al cinema, guardare un telegiornale, farsi un giretto in centro no eh ?

  20. Diego
    | Rispondi

    Ho sempre saputo che il Necronomicon fosse un libro inventato da H. P. Lovercraft e che poi anche altri ne abbiano sfruttato l'idea.

    Mi affascina, però, l'idea che esista davvero e a quanto pare ci sono molti che sostengono l'ipotesi che il libro sia fatto in pelle umana.

    Ho trovato anche questo post che descrive addirittura la tecnica di realizzazione: http://bibliofollie.blogspot.com/2010/09/pergamen

    Ora non so, resto fortemente convinto che il Necronomicon non esiste, ma il dubbio mi resta…

  21. […] “Necronomicon” è considerato da molti un testo maledetto. Esso è il “libro dei Morti”, e probabilmente il […]

  22. aliceagnese
    | Rispondi

    Il Libro dei morti esiste davvero: è un antichissimo testo egiziano che non ci è giunto nella sua interezza (se ne trovano frammenti incisi sulle pareti delle tombe, sui sarcofagi e sulle fasce delle mummie); descrive il viaggio del defunto nell'aldilà e riporta le formule magiche e i rituali con cui l'anima deve proteggersi dai dèmoni malvagi che incontra lungo il cammino e che altrimenti potrebbero divorarla. Ma il Necronomicon credo sia un'invenzione letteraria di Lovecraft, anche se l'autore potrebbe essersi ispirato a qualcuno di quei testi di magia e demonologia che erano così diffusi durante il Medioevo e il Rinascimento.

  23. Massimiliano
    | Rispondi

    Quando ero a Bologna lo trovai alla feltrinelli, da quel giorno la mia vita è cambiata, non credo nella magia, ne nel suo significato, credo piuttosto che chi evoca ciò che può essere evocato è solo un pazzo, proprio come sono diventato io.

  24. Diego
    | Rispondi

    Ciao Massimiliano, come hai fatto a trovare il

    Necronomicon

    se è un libro che non esiste?!

    Probabilmente è un falso, scritto da qualcuno che ha rubato giocato sull'idea di Lovecraft a suo vantaggio.

    Chi ne sarebbe l'autore?

    Di leggende su Necronomicon cmq se ne sentono tantissime.

    Si dice che ce ne sia una copia unica tradotta in italiano conservata a Napoli da qualche collezionista.

  25. Massimiliano
    | Rispondi

    Ciao Diego, non ho detto di aver trovato l'originale , era solo una copia, ma è bastata per disintegrare la mia vita. Se ti capita di trovare una copia del testo fammi il piacere di bruciarla, ho visto cose che vanno al di fuori delle capacità immaginative delle persone comuni, credimi.

  26. Giovanna
    | Rispondi

    massimiliano puoi darci più informazioni? Sul sito indicato da diego (http://bibliofollie.blogspot.com/) se ne parla in maniera molto seria se veramente è fatto di pelle umana potrebbe essere pericoloso perchè c'entra con la stregoneria.

  27. Mauro
    | Rispondi

    Questi rituali evocano satana, la magia evoca sempre demoni che portano disgrazie, nn fatevi ingannare … Io ne so qualcosa, pregate il rosario e la corona angelica o "rosario di s. michele arcangelo".

  28. Mauro
    | Rispondi

    x Massimiliano: Cosa intendi per "disintegrare" la tua vita?

  29. Rudy
    | Rispondi

    Ognuno di noi ha la sua tesi…tutte giuste tutte sbagliate!molti dicono che questo libro esiste molti ne rifiutano l'esistenza!ognuno di noi ha le sue convinzioni,io personalmente in questo momento non mi schiero ne da una parte ne dall'altra anche se un po' ci credo nell'esistenza di un libro così…ne voglio sapere di più se possibile vorrei avere tutte le risposte su questo oscuro libro la mia curiosità mi spinge a cercare risposte a molte domande che da più di dieci aspettano di essere fatte!non credo sia del tutto una leggenda perchè infondo ad ogni leggenda c'è sempre un po' di verità.

  30. Sergio
    | Rispondi

    Rudy, ultimamente ho scoperto un romanzo nel quale si parla de Necronomicon, ma la cosa bella è che mentre racconta la storia ricostruisce anche tutte le vicende che hanno portato alla nascita del libro e come Lovecraft ne è entrato in contatto. C'è pure un sito che lo fa vedere in una specie di gioco un po' macabro http://www.nekros.net. Dimenticavo di dire che il romanzo si chiama proprio Nekros. Oltre al fatto che è mi è piaciuto dice davvero delle cose che non immaginavo.

  31. Alice
    | Rispondi

    @Massimiliano

    Potresti gentilmente dirmi la casa editrice della versione del Necronomicon che hai trovato alla Feltrinelli? Sarei proprio curiosa di leggerlo…

  32. Ross
    | Rispondi

    Ho provato, più volte. Non ha funzionato.

    Forse meglio così.

  33. Marco Lorefice
    | Rispondi

    Carissimi, non c'è alcuna evidenza, nè prova, nè indizio storico dell'esistenza di un testo che si possa chiamare "Necronomicon".

    A dire il vero, prima delle pubblicazioni di Lovecraft, nessuno l'aveva mai neanche citato.

    E' interessante come speculazione, ma per trovare qualcosa di serio bisogna guardare altrove…

    Buona giornata!

    • Stefano
      | Rispondi

      Penso che la speculazione l’abbia fatta Lovercraft…quando mai un testo fantascientifico faccia rimandare a qualcosa di reale quando invece le migliori storie sono nate da fatti realmente esistite…che poi definiscono solo favole per nascondere la reale verità come al solito a noi semplici esseri umani…non penso che il vaticano non abbia libri migliori da tenere nella propria biblioteca che libri di fantascienza.

  34. Carl
    | Rispondi

    il 16 settembre 2011 alle 18:00 da Melbookstore a Roma sarà mostrata una copia del Necronomicon.

  35. diego
    | Rispondi

    http://www.arcadia93.org/necronomicon.pdf
    leggete e ditemi cosa ne pensate

  36. […] questi ultimi, il più celebre è senza dubbio il Necronomicon, un misterioso grimorio (o libro di evocazioni demoniache), scritto nel VII secolo da un poeta […]

  37. […] narrazione fa riferimenti turbanti a un libro spaventoso di sapienza proibita: il Necronomicon, dell’arabo pazzo Abdul Alhazred. Questo oscuro testo è un elemento chiave nella narrativa […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.