Saltus Marcius

Mario Enzo Migliori

Nato a Prato nel 1953. Collabora alle seguenti riviste di studi storici e tradizionali: Arthos; La Cittadella; Vie della Tradizione; ha collaborato a Convivium ed a Mos Maiorum.
Socio della Società Pratese di Storia Patria; dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri e del Centro Camuno di Studi Preistorici.
E’ stato tra i Fondatori del Gruppo Archeologico Carmignanese.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Leo Bertocci PieveN ha detto:

    "La lingua dimenticata" di Lorenzo Marcuccetti rappresenta un serio tentativo di alzare il velo su argomenti ostici e poco dibattuti. E' un tentativo difficile – ma molto importante – che può recuperare relitti lessicali proprio per la punta dei capelli. Sono oltre trent'anni che mi interesso di toponomastica e devo dire che dopo il libro dell'amico prof. Giovanni Semerano "Le origini della cultura europea" che a mio avviso è davvero rivoluzionario (e per questo tenuto nascosto e snobbato da chi ha scritto vagonate di libri) anche quello di Marcuccetti può offrire scosse salutari, per ritrovare il senso di tante parole rimaste orfane di significato. Indagare a fondo sui fatti storici (come in Saltus Marcius) del resto è una palestra salutare che può anche sgretolare convinzioni libresche accademiche fini a se stesse, anche se di queste ormai è pieno il mondo a causa della pedanteria culturale – e sono certamente – anche queste "da rottamare".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *