Volontari italiani nelle divisioni Waffen SS

Massimiliano Afiero

Massimiliano Afiero nasce ad Afragola (Napoli) nel 1964. Insegnante di informatica ma soprattutto appassionato studioso del secondo conflitto mondiale, ha pubblicato numerosi articoli sulle principali riviste di Storia a diffusione nazionale, come Storia del XX Secolo, Storia e Battaglie, Storia del Novecento, Raids e Milites e collabora attivamente con numerosi siti web a carattere storico-militare.

Dal novembre 2004 è Consulente storico e Direttore Tecnico della rivista Volontari, bimestrale dedicato esclusivamente alla storia delle formazioni della Waffen SS. Dal maggio 2008 Caporedattore della rivista bimestrale SGM (Seconda Guerra Mondiale) pubblicata dall’Editoriale Lupo.

Potrebbero interessarti anche...

31 Risposte

  1. joya j ha detto:

    Monika, Franz Balestrino non è affatto morto vecchio nella selva… è ben vivo, un ragazzaccio tuttora bellissimo e amatissimo…e tutta la sua vita è stata e sarà di uomo eccezionale… si è commosso molto a leggerti e ti ringrazia

  2. eros ha detto:

    uomini come questi anno salvato l’onore d’italia specialmente la charlemagne che difesero berlino e le porte di europa fino alla morte dalla invasione barbarica onore alla loro memoria

  3. PAOLO 68 ha detto:

    Mi unisco a tutti voi. Onore a tutti coloro che hanno combattuto, sotto le insegne delle SS e della R.S.I. Le scelte fatte da questi uomini più o meno giovani di allora,sono onorevoli. A testa alta e senza nascondersi dietro paraventi politici di comodo. Forse la vera Europa unita c’era allora. Le Waffen SS ne sono una dimostrazione.

  4. Mauro bersagliere di' Italia ha detto:

    Onore ai camerati europei che non hanno esitato a sacrificare la propria vita per gli ideali comuni, fedeli al giuramento prestato. ONORE, CORAGGIO e FEDELTA’. Onore alle Waffen SS e agli Italiani che vi militarono. Onore a tutti i soldati della RSI, giovani eroi dimenticati.
    Onore a mio Padre volontario sedicenne e primo ad arruolarsi con i camerati germanici.per l’ Onore di’ Italia. Non moriremo mai se ci si ricorderemo di loro.

  5. Guido ha detto:

    Tra coloro che si arruolarono volontari nelle divisioni Waffen SS, mi sembra doveroso ricordare l’indologo, orientalista ed esoterista italiano Pio Filippani Ronconi. Un alto esempio di eroismo, spiritualità, onore, rango ed aristocrazia.

  6. franco ha detto:

    io ho un antennato che a fato servizio nelle SS tedesche.mi piacerebbe saperne di più di cognome Balestrino .

  7. franco ha detto:

    non capisco perché certe persone non vogliono parlarne. penso che faccia parte della storia italiana! o no??

  8. Livio. Carite ha detto:

    La guerra si puo vincere o perdere ma l onore che i combattenti delle waffen SS italiane e la RSI HANNO ONORATO LA LEGGE SACRA DELLA FEDELTA E DELLA PAROLA DATA meritandosi il rispetto del generale usa Eisenower che ha tacciato invece di TRADITORI I COLLIGERANTI CHE HANNO POI GENERATO QUESTA ITALIA PATETICA SENZA VALORI MORALI E TRADITRICE. ONORE PER SEMPRE ALLE WAFFEN SS E AI COMBATTENTI DELLA RSI a DEGRELLE A BORGHESE A PIO RONCONI E A TUTTE LE MIGLIAIA DI COMBATTENTI DELL ORDINE EUROPEO

  9. roby ha detto:

    avevo un parente che fece parte del DEBICA vorrei sapere come risalire un certo RESTELL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *