Le correnti eteriche dell’androgino

Potrebbero interessarti anche...

31 Risposte

  1. Musashi ha detto:

    Svarioni a parte -prodotti dal solito esegeta romanista del Nulla, che sappiamo bene chi sia, e che nulla ha che fare con questa sezione del forum che, per suo rattristamento, è ispirata direttamente all'insegnamento diretto del Maestro Filippani-Ronconi che proprio con una articolo si ricordava su questo sito pochi giorni fa,
    e al suo Maestro Scaligero, al Maestro di Lui, Leo del Gruppo di Ur e infine a R. Steiner-
    appongo un finale, non per "noi" ma per quanti altri dovessero leggere su questo sito, e vedo che praticamente lo legge "chiunque" compreso tal Up999.

    Dunque:
    La condizione di omosessuali è condannata come contraria all'ordine cosmico ed all'armonia tra le singole parti della manifestazione, e questo non solo nelle religioni del Libro ma praticamente in tutte le tradizioni -e sulle ragioni di questa universalità come mai non vi siete mai interrogati??? – anche già nel mondo antico. Nel rituale di confessione di Maat, dell'antico Egitto, ciò si ravvisa molto chiaramente.

    Questo non vale solo per l'occidente ma anche per l'oriente (induismo, jainismo, shivaismo, e circa il buddhismo potrei citare le stesse parole del fondatore, il Sakyamuni…..).
    Nel Tantra orientale non esistono vie omosessuali, e non sono mai esistiti insegnamenti dedicati a loro nonostante la corruzione dei monasteri la favorisse, gli yogi e le yogini ed i mahasiddha hanno ottenuto l'illuminazione unendosi alla propria paredra, compagno di sesso opposto utilizzando il reciproco nutrimento delle energie dotate di opposta polarita, mentre l'omossessualità a livello iniziaico crea solo energie sterili, non a livello della procreazione esterna che nella loro abissale idiozia è l'unica che riescono a vedere gli argomentatori dello "spiritualismo pro-gay", ma quella generativa interna su un piano sottile, di cui evedentemente nulla conoscono e comprendono.

    L'incompatibilità tra una via spirituale e iniziatica e l'omosessualità è TOTALE. nel Tradizione Occidentale l'omosessuale è non iniziabile "per eccellenza", perchè è un uno stato di squilibrio totale. Se si tratta di persona che ha rapporti addirittura fisici di quel tipo, si troverebbe in uno stato anche di gravissima impurità.
    Ma anche se si "astenesse" rimarrebbe uno stato di profondo squilibrio dei veicoli sottili della persona. Per cui non vi sarebbero molte possibilità. Le catene Geniali che vengono ad operare nella Tradizione Occidentale non tollererebbero questo, e in particolare i Geni Solari e Marziali o Saturniani evocati, o a vari grado coinvolti nell'operatività, annienterebbero letteralmente queste persone.
    E' soprattutto per sicurezza e LORO TUTELA (più che per disprezzo, che non è un sentimento iniziatico) che in nessun caso si accorderebbe agli omosessuali una qualche iniziazione all'interno dell'esoterismo tradizionale (ermetico, cristiano, gnostico, martinista, cabalistico o quello che volete).
    Pertanto nessun Adepto dotato di Poteri Magistrali darebbero trasmissioni a degli omosessuali, perchè questo sarebbe davvero una perdita di tempo per entrambi.
    punto tutto qui… lasciate stare. l'incompatibilità tra le varie vie spirituali e l'omosessualità è totale, e soprattutto per la vostra incolumità.
    In effetti mi sono riferito alle vie che conosco, quella orientale tantrico-buddhista e alcune occidentali. Nell'ermetismo sareste in nessun caso iniziabili.
    Al massimo potrebbero esservi aperti solo dei culti isiaci o "astartici" che comunque non pratico e non conosco quindi non mi esprimo con sicurezza. Si tratta comunque di possibilità assai inferiori in senso iniziatico, e circoscritte per definizione ad un ambito lunare.

    Questo chiude ogni discussione, e spero che altre simili amenità non vengano più proferite da persone che non hanno nessuna competenza specifica, autorità o dignità iniziatica.
    Chi "apre bocca e gli dà fiato" cerchi per una volta di tenerla chiusa o di dedicarla ad altre attività più consone alla sua natura….
    Ma non falsifichi la verità degli Insegnamenti iniziatici, pena gravissime conseguenze!
    Grazie.

  2. El ha detto:

    Dove trovare altre informazioni, a parte Metafisica del sesso di Evola, sui rapporti tra omosessualità e non iniziabilità?

  3. Vetriolo Romano ha detto:

    La letteratura esoterica, in alcuni tratti annuncia questo tema -rispondo a El.
    Anzi per la verità Evola in Metafisica del Sesso non ne parla affatto in vista di una eventuale (e ovviamente non effettuabile) iniziazione. Altri riferimenti, molto più espliciti, alla ragione occulta di certe deviazioni, e al loro effetto sullo sviluppo spirituale, sono invece presenti nel “Trattato dei Sette Raggi”, nella “Psicologia Esoterica” e in “Guarigione Esoterica della Bailey.
    Leggendo il “Trattato esoterico di astrologia ermetica” di S. Aun Weor pure si trovano degli accenni brevi ma assai eloquenti alla deriva controiniziatica delle deviazioni sessuali. Leggasi la sezione relativa allo Scorpione.

  4. El ha detto:

    Ringrazio ovviamente Vetriolo Romano per la gentile risposta, ma la Bailey proprio no!

  5. Vetriolo Romano ha detto:

    Sentite: nè io nè i miei Maestri, Musashi in testa, abbiamo intendimento di fare corsi di esoterismo per corrispondenza. Ugualmente ci siamo peraltro stancati di dover ripetere le stesse canzoni ad ogni passo sospinto.

    Per quanto riguarda la mia esperienza di ricercatore, studioso, operatore ed esoterista, la Teosofia è stata una scuola Tradizionale.
    Se volete continuare a nutrire questi oscuri e gesuitici pregiudizi o volete continuare a farvi le pippe su Guénon, fate pure.
    E’ evidente che è solo fatica sprecata starvi a rispondere.
    Se pensate che la teosofia sia stata quello che blaterava Guènon non sapete nulla di ciò che in passato, in Italia, a volte anche all’estero, questo scuola ha prodotto, di concerto con gli Ordini Iniziatici, Martinisti in testa. Evidentemente chi critica non conosce nulla dei percorsi operativi o delle biografie di chi in Italia nei decenni trascorsi precedenti ha tenuto accese le Luci….
    Se proprio vogliamo parlare della Bailey, grande iniziata e grande Maestra, mi basta ricordare che dai suoi insegnamenti sulla psicologia esoterica, venne fuori la grande Personalità di Assagioli e la Scuola di Psicosintensi. E questi sono solo i minori meriti di quella grande figura!
    Gente che alla Bailey non arriverebbe forse neanche ai calcagni, che non sa nulla delle guarigioni che operava et cetera, per cortesia, si risparmi gli inutili e cacofonici commenti.

    Se giusto per cortesia ho risposto…vedo bene che la politica di non proseguire queste discussioni, voluta dai miei predecessori fu ben oculata.

    Continuate a fare “dialettica” dell’esoterismo, a specularvi sopra, a fare ideologia, a scrivere..ché tanto le vie operative vi sono precluse. Chi è schiavo dei pregiudizi non entra nel Tempio, neppure al Portico lo fanno avvicinare i Superni.

    E soprattutto vi domando perchè continuate a chiedere il nostro parere se non vi piacciono le nostre risposte? (dopo che proprio Musashi fu sollecitato dai lettori a prestarsi a scrivere articoli seriali sull’esoterismo, cosa che a suo dire fece bene a non fare, limitandosi ai suoi saggi critici sulla Gnosi).
    Sapete benissimo cosa pensiamo, da tutti gli articoli e interventi che finora abbiamo fatto, sia io che Ammonio che Musashi.
    Credo che seguirò l’esempio loro di trascurare completamente e definitivamente queste forme di interventi.

    Addio e Buona Tenebra.

  6. laflò ha detto:

    per vetriolo: anzitutto grazie….ma, con estrema concretezza, questa ‘deriva’ non riguarda forse anche direttamente la concezione dell’eros nel mondo cattolico?penso a certe dichiarazioni di monsignori e non solo favorevoli all’ <omoerotismo casto'.

    Lamaflo

  7. El ha detto:

    Veramente io mi ero limitato ad esprimere un parere soggettivo ed in assoluta buona fede su un’autrice che rispetto,ad es., ad Evola ho sempre sentito poco vicina. Il mio unico errore sta forse nel non averlo adeguatamente argomentato. Da qui a rispondere come vittime isteriche supponendo dialettiche dell’esoterismo e furori guenoniani (e da quando poi un consiglio su quali libri poter leggere sottende una richiesta di un corso di esoterismo per corrispondenza?Chi le ha chiesto nulla?)…la ringrazio comunque per la risposta ed i suggerimenti di lettura…Buona vita!

  8. Vetriolo Romano ha detto:

    Per “El”: mi scuso ma il riferimento non era a lei (o almeno gli strali non erano per lei), quanto a coloro (altri lettori) che diverso tempo fa sollecitarono addirittura la pubblicazione da parte del mio amico e guida “Musashi” di articoli per guidarli “sull’esoterismo”(a questo mi riferivo, non certo alla richiesta di “El” di indicazioni bibliografiche).

    Per varie ragioni, sebbene da parte della redazione del sito vi sia stata una onesta e rispettosa collaborazione, il mio Maestro ha deciso che le polemiche – e anche attacchi- che ci sono stati e non solo da parte di “esoteristi da tastiera”….(non mi addentro su vicende che i lettori non possono conoscere) ha fatto optare per una prudente riconsiderazione della fattibilità della cosa.
    Probabilmente El non conosce questo antefatto e i vari retroscena, dunque la mia reazione (peraltro se mi firmo “Vetriolo” non è solo per mero simbolismo ermetico…) può essere sembrata inopinata. Non lo è in realtà. Solo che non si voleva indispettire un lettore che forse è stato vittima di strali non meritati. in realtà si voleva parlare a “nuora perché suocera intenda”….
    Forse spiegati questi antefatti la cosa assume un aspetto di maggiore “tridimensionalità” e magari i contorni sono più chiari.

    Spero non me ne voglia El direttamente (apprendo peraltro che stima la Bailey almeno così dice, dunque meglio così, motivo in meno per dissentire).
    Colgo il destro allora per apportare una nota che dovrebbero studiare tutti coloro che ci hanno derisi parlando di “becera new age” (basta leggere i commenti sopra). Rispondo che proprio dalla corrente della Bailey venne la cosiddetta Scuola Arcana che forse è la corrente davvero più Tradizionale (nel senso più stretto del termine) di tutti gli alti e bassi della teosofia. Infatti sulla sua Scuola Arcana è venuto a convergere il lignaggio dell’ Agni Yoga che Roerich riportò dai suoi viaggi in India e Himalaya. Quindi vi è un deposito tradizionale molto alto nella scuola della Bailey, che molti ignorano del tutto. Invito a maggiore documentazione i sempre commendevoli zelatores del credo catto-guenoniano su cosa sia l’Agni Yoga, tanto che stiamo parlando di tradizione e “pseudoreligioni”…. chi viene dalla Bailey ha avuto quella iniziazione e non certo le deliranti pseudo iniziazioni sufico (presunto sufiche) di alcuni “imam” guenoniani nostrani caduti da cavallo (si capisce a chi mi riferisco). O peggio ancora di esoteristi da tastiera che l’Iniziazione per questa vita almeno se la sogneranno…

    Questo tanto per spiegare cosa sia la Scuola Arcana.
    Poi libero ognuno di dissentire da me, ma almeno prima ricordiamo come stanno le cose, poi ognuno valuterà da sé

  9. Vetriolo Romano ha detto:

    A Lamaflo: si sa in realtà che, sebbene sulla carta condannatissima, l’omosessualità è ampiamente diffusa nel clero cattolico. Con non diversa doppia verità si svolge la cosa nel mondo musulmano.
    Il fatto è che le strane “aperture” recenti dei suddetti monsignori ( e anche più su..) non debbano vedersi con eccessivo stupore..forse ormai la misura è colma e qualcuno in quell’ambiente vuole o vorrrebbe cercare una via per “venire fuori”. oppure si tratta di una molto interessata apertura ai tempi…

  10. laflò ha detto:

    grazie. In realtà non sono stupito. semmai incuriosito. In estrema sintesi, è un pò che mi interrogo circa l’origine di certa spiritualità cattolica, che si caratterizza nel simulare ecumenismi vari con il malcelato intento di svuotare di qualsiasi significato altre tradizioni. faccio un esempio: si promuovono sincretinismi con pratiche zen e yoga, coniugate ad esercizi ignaziani e meditazioni sedute che realmente concludono nell’insipienza, in quanto il prete o frate che sia abbozza posture e tecniche respiratorie yogiche, ‘mantram’ e chissà cos’altro, per simulare, non so se mi spiego chiaramente, esperienze che sarebbero del tutto conciliabili col ‘papismo globale’ inglobante e nientificante ogni reale esperienza dello Spirito. Quello che intendo dire è che tale ‘tendenza simulante’ (la rettorica di michelstetder..)mi pare essere anche tipica del ‘marchio d’origine’ del cattolicesimo latino….sbaglio?un ultima precisazine: è un teologo ortodosso, christos yannaras, ad affermare che la simulazione contrassegna ogni ‘omoerotismo casto’…lette le considerazioni del Suo Maestro Musashi in questo sito, vorrei chiederLe se è un’ipotesi credibile la mia…grazie ancora Lamaflo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.