I misteri di Andania. Le grandi dee e il culto di Apollo Karneios

|

La storia del culto misterico di Andania è intrecciata con il conflitto della Messenia contro Sparta, risalente alla metà dell’ VIII secolo a.C. e ripetutosi poi nel V e nel IV secolo a.C.

Con un atto di pirateria internazionale gli Inglesi chiudono la partita con l’inafferrabile Dresden

|

Per riuscire ad affondare l’incrociatore ausiliario Dresden gli Inglesi non avevano esitato a violare le leggi internazionali relative ai diritti degli Stati neutrali

La popolazione nordica dell’Iran antico

|

Gobineau fu il primo a riconoscere l’alta qualità umana dei persiani nonché il fatto che essi, “per quel che riguarda la loro natura e il loro sangue erano popoli germanici”.

Gli elfi della metropoli

|

Il ‘Piccolo Popolo’ è simbolo delle potenze della Natura: se essa è “magica”, questa sua magia si perpetua nonostante tutto, anche se in modi e forme diverse

Quando i Bianchi erano schiavi

|

Nel corso dell’età moderna Arabi e Turchi gestivano un ricco commercio di schiavi bianchi nel Mediterraneo. Un libro di Robert Davis ricostruisce questa storia

Il pensiero tradizionale e la molteplicità attuale delle forme religiose

|

Quando parliamo del “pensiero tradizionale” ci riferiamo all’adesione ad alcune idee comuni a pensatori non legati personalmente tra loro, e richiamantisi a Guénon ognuno per proprio conto ed a proprio modo.

Kurosawa, l’ultimo imperatore

|

Akira Kurosawa è stato un uomo di cinema molto colto, uno di quelli che si è ispirato ai geni della letteratura di sempre come William Shakespeare e Fëdor Dostoevskij e che a sua volta ha fornito spunti a non finire a chi è venuto dopo o insieme a lui

Il fantastico italiano ritrova le sue radici

|

Il labirinto dei Sarra di Luigi de Pascalis dimostra come la nostra narrativa non sia affatto priva di autori originali e ricchi di qualità letterarie, spesso messi in ombra da tanta zavorra giovanilistica, esaltata proprio perché tale.

Dalla parte dei cattivi

|

Il groviglio tra emozionalità e visione di parte sulla questione mediorientale risulta tale da impedire un quadro che non sia affetto da pregiudizi, orientamenti manichei e da una incredibile tendenza ad adottare continuamente metri di valutazione differenti a seconda del soggetto di discussione

1 2