Vladimir Putin uomo della Tradizione

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. Carlo ha detto:

    Putin è sicuramente un grande uomo ed un grande statista (soprattutto se confrontato con gli invertebrati di casa nostra) e la sua svolta conservatrice non può che essere vista con favore e speranza per chi ha a cuore i valori tradizionali e spirituali. Ma ci andrei un po’ cauto nel definirlo uomo della Tradizione con la T maiuscola, cioè nel senso guènoniano; sempre che quella fosse l’intenzione.

    Ottimo articolo comunque.

  2. AP ha detto:

    No in effetti non era quella l’intenzione, dal momento che nella concezione di Putin la difesa di valori forti della Tradizione si concilia con un forte impulso alla modernizzazione tecnologica (imprese spaziali, sviluppo degli armamenti, creazione di nuove infrastrutture) e con l’impegno nel recupero di alcuni aspetti fondamentali del socialismo di Stato (sanità pubblica, istruzione pubblica, politica di incremento demogrfico). Siamo perciò in un ambito diverso dal guenonismo, diciamo che la posizione somiglia più alle concezioni di “Terza Via” e di “Rivoluzione Conservatrice”.

  3. Kaspar Hauser ha detto:

    Putin,ma anche Viktor Orban in Ungheria(che sta nazionalizzando la Banca centrale) mi sembrano gli unici statisti di spessore nel vecchio continente,e gli unici che sfuggano alle lobbies che vogliono imporre a forza i loro valori(o disvalori) e ad un asfissiante “politically correct”.Per Putin poi chi l’avrebbe detto ,un ex alto ufficiale del Kgb,adesso “campione” dei valori tradizionali…Bisogna guardare ad Est,per sentirsi scaldare il cuore.

  4. Sbad ha detto:

    Putin è un dittaore con le mani sporche di sangue di oppositori e giornalisti. Un ex capo del KGB. Una schifezza di uomo…che poteva essere amico solo di un’altra schifezza di uomo : il mediocre nanerottolo di Arcore.

    Unire la parola Putin a quella di Tradizione è sintomatico di quale brutta fine abbiano fatto le tematiche esoterico-spirituali tradizionali qui in Italia, fra le pastoie ideologiche di vecchi cinghiali nostalgici del duce….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *