Terroni?

Michele Fabbri

Michele Fabbri, originario della subregione Romagna-Toscana, ha scritto i libri Trobar clus (Fermenti Editrice), Arcadia (Società Editrice Il Ponte Vecchio), Apocalisse 23 (Società Editrice Il Ponte Vecchio). Dopo la pubblicazione di Apocalisse 23 si sono perse le tracce dell’autore. Alcuni pensano che da allora Michele Fabbri abbia continuato a scrivere sotto falso nome…www.michelefabbri.wordpress.com

Potrebbero interessarti anche...

8 Risposte

  1. Pino ha detto:

    Articolo cattivo, polemico, fazioso; gronda odio e dimostra che l’autore non conosce la storia risorgimentale
    ma solo la propaganda italobuonista da libro cuore, che spaccia per grande impresa una malvagia guerra
    coloniale, condotta da loschi personaggi al soldo di massonerie e banche molto interessate ad essa.
    Naturalmente la colpa è di Aprile e dei suoi lettori semi-colti e infestatori del nord prospero, buono e fratello.
    Grazie fratelli grazie di tutto dei Garibaldi, Cialdini, Bixio,di due guerre mondiali, guerre coloniali ;
    grazie per il re sciaboletta fuggito sul baionetta, grazie di tutto.
    Ma che piacere vedere ora le vostre “civili” e prospere città infestate da centinaia di migliaia di subsahariani
    minacciosi, vede amico ora ha anche lei i meridionali autentici, quelli dei quali preoccuparsi

  2. mimmo ha detto:

    …caro Pino, hai sprecato il tuo tempo.Non avrei degnato nemmeno di una parolaccia, un simile articolo.
    “Dopo la pubblicazione di Apocalisse 23 si sono perse le tracce dell’autore. Alcuni pensano che da allora Michele Fabbri abbia continuato a scrivere sotto falso nome…”

    che è meglio…

  3. Michele Fabbri ha detto:

    Egr. Sig. Pino (Aprile?) “fratelli” a chi?

  4. Cris ha detto:

    Articolo di encomiabile franchezza e, perciò, raro come una fonte nel deserto, in un paese di conformisti vili e prostrati come l’Italia.
    Il pericolo meridionalista è attestato dal fatto che, di fronte ad una verità solare, i “bravi guaglioni che tengono famiglia” reagiscono in maniera sistematicamente intollerante, con la bava alla bocca. Le denigrazione, le falsità faziose e le minacce non sono mai abbastanza quando si deve zittire colui che grida: “Il Re è nudo!!!”.
    In questo quadro grottesco il vero rammarico è che tutto lo scempio è potuto accadere per colpa della scarsa consapevolezza che il Settentrionale ha di sé.

  5. Federico ha detto:

    Ultimo commento:5 righe e mezzo di stupidagini, insano delirio padano

    • Cris ha detto:

      Federico, ti ringrazio molto del tuo commento.
      Come dicevo, di fronte all’ostensione della verità, nuda e cruda, il meridionale perde ogni obiettività, chiude a riccio la mente e, con la bava alla bocca, lasci libero sfogo all’insulto gratuito.
      Come da copione.

  6. Litorale adriatico ha detto:

    Michele Fabbri complimenti per l’articolo che non fa una grinza… i fan di gianni celeste che ti hanno risposto non solo non conoscono la storia risorgimentale (infatti non hanno argomenti validi) ma addirittura sono privi di buon senso e pieni di contraddizioni…

    Pino, quello finto, che come quello vero scrive trasudando ignorante saccenza, non conosce la storia risorgimentale e italiana e lo dimostra il fatto che ad esempio accusa il nord di aver fatto la prima guerra mondiale mentre invece fu proprio il suo compaesano Antonio Salandra, presidente del consiglio italiano e pugliese di nascita, a far entrare l’Italia in guerra tradendo l’alleato austroungarico e quello tedesco. E se la politica italiana è filoalbanese e antiserba è colpa sua e delle sue politiche…

    Il finto pino parla di invasioni di subsahariani minacciosi ma dimentica o forse non sa che milano e torino sono città popolate essenzialmente da meridionali e comandate da “terroni” (non ti offendere lo ha usato come titolo Pino, quello vero) statali e mafiosi e che i negri e i rumeni vi sottomettono e voi zitti se no non avreste perso il controllo di certi quartieri (l’elenco è molto lungo) come ad esempio loreto o viale puglia comandati da albanesi e arabi… ti ricordo che le italiane che si fanno scopare e che fanno famiglia con i negri e i subsahariani, ma anche con rumeni e cinesi, sono tutte terrone o nate nelle grandi città del nord ma d’origine rigorosamente meridionale…

    Michele Fabbri stia attento “ai meridionali autentici di cui ha di preoccuparsi!!!” che se no le mandano “la mafia in casa” come dicono loro!!!

  7. Andy ha detto:

    Con la dovuta moderazione: ma che caxxo vi salta in testa di scrivere? “Come tutti sanno”? Ma “come tutti sanno” che cosa? Io sono un libero professionista del sud e posso assicurarvi che nessuno mi regala niente. Il 90% dei vincitori di cattedra era del sud? Se non sapete neanche scrivere in italiano non è colpa del sud. E qui mi taccio, per non sprecar parole su un articolo figlio della tipica ignoranza “nordista”. Che poi diciamocelo apertamente: siete anche voi figli e nipoti di emigrati del sud. La peggior razza che sia mai esistita: l’emigrato che disprezza la sua gente d’origine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *