Viaggi della speranza o viaggi dell’improntitudine?

Coloro che predicano la politica dell’accoglienza indiscriminata non si preoccupano di quel che dovranno vivere i nostri figli e i nostri nipoti.