Taggato: neoplatonismo

Malinconia e platonismo nel ‘Sogno di una notte di mezza estate’ di Shakespeare

I personaggi del Sogno di una notte di mezza estate intuiscono oscuramente che stanno inseguendo brandelli di realtà, ombre proiettate da una fiamma sulla parete della caverna: non la Realtà, ma la sua apparenza sfuggente e mutevole; non la Vita, ma un suo riflesso pallido ed elusivo.

Quando gli dèi dominavano il mondo

Giuliano perseguì la restaurazione dell’antica religione mitologica con il sostegno di filosofi neoplatonici come Massimo di Efeso, Prisco di Epiro, Temistio e lo stesso Salustio, senza però riuscire a riconquistare il terreno spirituale ormai occupato in tutto l’impero dal cristianesimo.

Raffaello Sanzio, La scuola di Atene (1509-1511). Musei Vaticani, Città del Vaticano

La ricerca dell’Uno nel neoplatonismo del ‘400

I neoplatonici del ‘400, nell’evocare le Muse ispiratrici e protettrici delle arti – articolazioni ed aspetti diversi del dominio di Minerva – e nell’evocare l’Idea di una grande riforma spirituale in Occidente, posero al centro ed al vertice della loro speculazione la riflessione sull’Amore quale Via di ricerca interiore per pervenire alla visione dell’Uno

Plotino, il presente ha un cuore antico

Plotino, il presente ha un cuore antico

Recensione del libro di Marcello Veneziani Vita natural durante, una sorta di autobiografia di Plotino

Gli Dei di Salustio

Gli Dei di Salustio

Saggio su Saturnino Secundo Salustio e la sua filosofia religiosa