“Ineffabile nostalgia” di Cioran fra Codreanu e anelito metafisico

Ineffabile nostalgia si intitola il fitto epistolario dell’autore romeno al fratello Auriel nel lungo arco di tempo tra il 1913 e il 1985.