SS – Fallschirmjäger. Il Battaglione Paracadutisti SS

Massimiliano Afiero, SS - Fallschirmjäger. Il Battaglione Paracadutisti SS Un libro dedicato ad una delle unità meno conosciute della Waffen SS, pur essendo impiegata durante la sua esistenza in operazioni eclatanti come il tentativo di catturare Tito nel maggio del 1944, l’occupazione militare di Budapest (Operazione Panzerfaust), il colpo di mano dei tedeschi nelle Ardenne (Operazione Greif) fino ai combattimenti sul fronte dell’Oder. E’ il primo volume in assoluto che tratta questo argomento. Ricca ed inedita la documentazione fotografica.

“L’idea di formare una unità speciale di paracadutisti in seno alle Waffen SS, l’SS-Fallschirmjäger Bataillon, venne al Reichsführer Himmler. Il progetto si delineò nel settembre 1943, dopo l’impresa di Otto Skorzeny e del Maggiore Mors sul Gran Sasso, durante la quale un gruppo di audaci paracadutisti aveva liberato il Duce Benito Mussolini. Considerando che la nuova unità di paracadutisti doveva essere impiegata in azioni pericolose oltre le linee nemiche, venne deciso di estendere l’arruolamento anche agli appartenenti ai battaglioni di disciplina delle Waffen SS, formati da ufficiali, sottufficiali e soldati che avevano avuto problemi con la legge militare: un ordine dell’SS-FHA (l’alto comando delle SS) fissò una percentuale del 50% per i volontari provenienti dalle unità Waffen SS e il resto per i volontari prelevati dai battaglioni di disciplina.

Massimiliano Afiero, Totenkopf: la divisione 'Testa di morto' della Waffen SS In molti testi, erroneamente, viene eccessivamente sottolineata la presenza di questi ex-galeotti nell’unità, questo anche a causa del numero di identificazione dell’unità stessa (500) assegnato in precedenza all’SS-Bewährungsbataillon 500, un’unità penale delle SS.

Il raggruppamento di tutti i volontari per la nuova unità SS avvenne a Chlum in Cecoslovacchia nell’ottobre 1943. Come primo comandante del battaglione fu designato l’SS-Sturmbannführer Herbert Gilhofer, proveniente dal 21° SS Panzer Grenadier Regiment della 10a divisione SS Frundsberg.

Massimiliano Afiero, La crociata contro il bolscevismo. Le legioni volontarie europee (1941-1944). Vol. 1 Nel novembre 1943 il battaglione iniziò l’addestramento e i lanci a Madanrushka-Banja, vicino Sarajevo, presso la nuova Luftwaffe Fallschirmschule nr. 3. L’addestramento venne completato nell’area intorno a Papa, in Ungheria all’inizio del 1944.

Massimiliano Afiero, studioso del secondo conflitto mondiale, ha pubblicato numerosi articoli sulle principali riviste di Storia a diffusione nazionale, come Storia del XX Secolo, Storia e Battaglie, Storia del Novecento, Raids e Milites e collabora attivamente con numerosi siti web a carattere storico e militare. Ha già pubblicato nel 2001, con la casa editrice Ritter (http://www.ritteredizioni.com/ ), I volontari stranieri di Hitler, dove viene narrata la storia dei volontari stranieri arruolati nelle forze armate germaniche. Nel settembre 2003 è iniziata la collaborazione con la Casa editrice Marvia (http://www.marvia.it) per la Collana Waffen SS, con un primo testo sulla divisione Wiking, un secondo sulla divisione da montagna Nord ed un altro sulla Panzergrenadier Division Nordland.

* * *

Massimiliano Afiero, SS – Fallschirmjäger. Il Battaglione Paracadutisti SS, Editoriale Lupo, 2004, 96 pagine 14,00 euro.
Richiedere a: Editoriale Lupo, Casella postale 10, 50039 Vicchio (FI) Telefono 055/8497514 e-mail: raidit@newnet.it

Segui Harm Wulf:
Ultimi messaggi

  1. Prete Giancarlo
    | Rispondi

    I libri Max Afiero li compro a Predappio da Pompignoli
    Molto precisi ed accurati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.