Spengler, profeta del XXI secolo

Franco Cardini

Franco Cardini (Firenze, 5 agosto 1940) è uno storico e saggista italiano, specializzato nello studio del Medioevo.
Il suo sito internet personale è www.francocardini.net

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. paolo fedeli ha detto:

    Sulla catastrofe dell'università locale un tale in un blog cita proprio il libro di S. Mi sa che dovrò leggerlo. Dimenticavo: la catastrofe è nazionale e non solo locale dove una certa "cattosnistra" ha fatto tabula rasa. Oggi LA REPUBBLICA parla di svendita dell'ex manicomio-dimezzata Lettere!

  2. paolo fedeli ha detto:

    P:S:-Un saluto all'amico Cardini, uno dei pochi professori onesti.

  3. gabriele venturi ha detto:

    Fa male vedere come un pensiero capace di leggere così profondamente il presente e, c'è da crederlo, anche il futuro della nostra civiltà (non si dimentichi che nel 1920 l'attuale presente era futuro, un futuro lontano, eppure Spengler è stato capace di vederlo e comprenderlo allora con molta più profondità di molti contemporanei, che sembrano vivere su un altro pianeta) possa venir letto sulla base di schieramenti politici preconcetti e non sulla sua capacità di disvelare il senso dell'epoca che stiamo vivendo. E fa bene vedere che almeno Cardini sia stato invece capace di leggerlo facendo a meno di quella bassa politica che lo cataloga semplicemente come un cattivo maestro.

  4. massix ha detto:

    Credo che IL TRAMONTO DELL'OCCIDENTE costitusca la giusta restituzione a noi Europei di quella dimensione romantico – contappuntistica che l'ultimo Cinquatennio caratterizzato da un implacabile e tragica omologazione ci ha depauperato sotto ogni realistica manifestazione. S. è un maestro del pensiero occidentale che deve avere necessariamente un poso di rilievo nella cultura contemporanea.
    NINO. (Sicilia)

    • tonino perna ha detto:

      L'analisi di Cardini è più che condivisibile . Non siamo di fronte alla crisi del capitalsimo , ma siamo di fronte al "tramonto" dell'egemonia occidentale. Bastiti guardare i dati sul prodotto industriale a liovello mondiale: gli Usa sono passati in vent'anni dal 24 al 12% , l'UE dal 22 al 15% , di contro solo la cina rappresneta oggi il 24" del Pil industriale a livello mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *