Il “popolo eletto”
| |

Il libro The Chosen Few di M. Botticini e Z. Eckstein analizza la questione ebraica prestando attenzione ad alcuni snodi cruciali della storia dell’Israele antico e medievale.

Da Manilio a Tolomeo
| |

Cenni sulla diffusione dell’astrologia nell’Impero romano all’alba dell’era cristiana.

Aux origines de la tradition primordiale d’apres le livre de B.G. Tilak
| |

‘Origine polaire de la tradition védique’ est un livre de la plus grande importance pour une approche de la Tradition primordiale.

Aspects de la mort dans la romanité
| |

Le Romain antique aurait ignoré l’idéal d’une survie individuelle, d’une espèce de continuation du mode d’être humain et fini.

Gli Iperborei di Evola
| |

L’equipe del paleontologo Vladimir V. Pitulko dell’Accademia russa delle scienze di S. Pietroburgo ha trovato prove di presenza umana a 72° Nord all’interno del Circolo polare risalenti a ben 45.000 anni fa (test del radiocarbonio).

La fragilità e la grandezza dell’uomo nella visione filosofica di Seneca
| |

Seneca è moderno nel senso in cui si può dire che lo sia anche Petrarca: è un uomo inquieto, lacerato fra spinte contrastanti, conscio della sua debolezza, fiacco nella volontà, e tuttavia sinceramente proteso verso l’affermazione della sua parte spirituale.

Introduction à la runologie
| |

Les runes ne révélaient pas seulement l’avenir, mais elles dispensaient également la sagesse et la puissance, ainsi que l’amour et la victoire.

Herman Wirth et la préhistorie préindoeuropéenne
| |

Herman Wirth n’a cessé durant toute sa longue existence de poursuivre ses travaux sur la préhistoire de l’Europe en attirant surtout l’attention sur la paléo-épigraphie. En sa recherche de tout ce qui peut toucher le matriarcat préhistorique il a d’autre part souligné la grande importance qu’a pu avoir la civilisation pré-indogermanique pour le vie culturelle et cultuelle de l’Europe.

Pianeti nell’Astrologia e divinità greche
| |

Secondo gli antichi Greci il Sole, la Luna e gli astri erano esseri viventi, strettamente connessi con la vita terrena.

La più serena celebrazione dello sport antico nel quinto canto dell’«Eneide»
| |

Il quinto canto dell’Eneide rappresenta una specie di sorpresa per il lettore di Virgilio: qui non dolorose memorie e amori strazianti, non suono di corni guerreschi e clangore di spade, ma una pausa serena, gioiosa, rinfrescante, dedicata alla celebrazione dei giuochi in occasione del primo anniversario della morte di Anchise, padre dell’eroe troiano.

I grandi testi della Lingua Etrusca – tradotti e commentati
| |

Questo libro è l’esito del lavoro ultratrentennale dedicato alla lingua etrusca dal prof. Massimo Pittau, glottologo, esperto di linguistica Sarda ed Etrusca, autore di oltre quaranta libri e di più di trecento studi concernenti questioni di linguistica, filologia, filosofia del linguaggio.

I medaglioni della necropoli di Chiavari
| |

Un gruppo di studiosi e appassionati ha studiato i medaglioni dei corredi funebri femminili della necropoli preromana di Chiavari, con risultati sorprendenti.

Quando lupi, orsi e gazzelle scorrazzavano per i boschi dell’isola di Eubea
| |

Alcune testimonianze letterarie testimoniano come, ancora nel II secolo dopo Cristo, diverse regioni della Grecia, dei Balcani e dell’Europa centro-meridionale possedessero una fauna superiore assai ricca e diversificata.

Le radici sacre della monetazione ellenica
| |

Dopo l’età arcaica a poco a poco la produzione della moneta non è più l’esclusivo privilegio delle corporazioni dei fabbri-maghi, si laicizza e diventa un semplice mezzo di scambio.

Cristianismo: el Comunismo de la Antigüedad
| |

El estudio de las condiciones en que murió el Imperio romano no tiene sólo un interés histórico y abstracto. El parentesco entre ambas coyunturas, el paralelo que tan a menudo se traza entre aquellas condiciones y las que hoy prevalecen, lo hace profundamente actual.

I re del paese di Accad (2334-2154 circa a.C.)
| |

Gli Accadi compaiono sulla scena politica vicino-orientale attorno al 2340 a.C. con il re Sargon, artefice della prima dinastia semitica in Mesopotamia durata fino al 2154 circa a.C..

Sulla lingua etrusca ovvietà ignorate e contraddette
| |

Il fallimento culturale relativo alla lingua etrusca e allo sviluppo del suo studio, è stato provocato dall’insipienza pluridecennale della scuola archeologica italiana.

Quando gli dèi dominavano il mondo
| |

Giuliano perseguì la restaurazione dell’antica religione mitologica con il sostegno di filosofi neoplatonici come Massimo di Efeso, Prisco di Epiro, Temistio e lo stesso Salustio, senza però riuscire a riconquistare il terreno spirituale ormai occupato in tutto l’impero dal cristianesimo.

Zosimo. Gli aruspici venuti da Narnia
| |

Brani scelti dalla Storia Nuova di Zosimo, dedicati a due particolari episodi della nefasta invasione visigota e alla fine della pax deorum.

La religione degli Etruschi
| |

Giovanni Feo, noto etruscologo ‘fuori dal coro’, è l’autore di apprezzabili saggi ‘alternativi’ sull’argomento. Nel suo recente La religione degli Etruschi Feo ripercorre la religione degli Etruschi dalle origini per arrivare alle persistenze, più o meno occulte, sopravvissute fino a epoche recenti.

I Greci
| |

Il pensiero greco è stato un pensiero aurorale, mattutino, iniziale, quindi connesso al destino. Questo il dovere del pensiero: il rispetto dei greci è avvenire del pensiero. Ricorso, non ritorno ai greci.

Stoicismo, cristianesimo e neoplatonismo
| |

Il mondo classico tramontava con un’estrema theofanìa della Luce, ma lasciava un modello di chiarezza, controllo e misura nel quale l’anima della razza bianca si sarebbe per sempre riconosciuta.

Le disque de Nebra
| |

Il est apparu récemment que l’iconographie du disque de Nebra a subi plusieurs modifications avant son enfouissement.

Vesta: l’ascetizzazione della Dea Madre
| |

Vesta non solo era divinità della terra ma anche delle attività domestiche, che includevano, naturalmente, i doveri coniugali e maternali. Eppure il sacerdozio delle Vestali prescriveva la castità.

Cenni storici sull’Arabia preislamica
| |

Una precisa panoramica storica sulla penisola arabica e i suoi popoli prima dell’introduzione dell’islamismo.

Lucus rupestris
| |

La prestigiosa collana “Archivi. Monografie di preistoria, di arte preistorica e tribale” del Centro Camuno di Studi Preistorici si è arricchita di un nuovo importante titolo, comprendente il corpus dei reperti direttamente raccolti e studiati dall’autorevole Dipartimento Valcamonica e Lombardia dello stesso CCSP.

Sator. Epigrafe del culto delle sacre origini di Roma
| |

Secondo Nicola Iannelli, autore di uno studio sul quadrato magico, il Sator avrebbe una precisa correlazione astronomica e sarebbe alle origini del culto romano.

The European Races in Prehistory
| |

Chapter 7 of Hans F. K. Günther, The Racial Elements of European History, first published in 1927 by Methuen And Company, London.

Lo sviluppo del femminino sacro in Egitto
| |

Le dee femminili egizie, pur nella tipizzazione stereotipica normale nelle caratterizzazioni mitologemetiche, rappresentano lati di ambivalenza erotico-thanatica molto marcati, come è facilmente visibile anche solo da una rapida scorsa delle principali divinità.

La misteriosa “finestrella” di Servio Tullio
| |

La ‘finestra’ che mette in comunicazione il mondo sovrumano e quello terreno di Servio Tullio ricorda la paradossale situazione di certi sciamani o degli eroi di certi miti riferita da M. Eliade.

La battaglia del Frigido e la fine del paganesimo
| |

Un’ampia panoramica sul declino del mondo pagano e l’affermazione del cristianesimo nell’impero romano attraverso episodi e vite dei principali protagonisti.

Sippenpflege in Athen und in Sparta
| |

Bemerkungen über Aufstieg und Untergang der hellenischen Welt.

Favete linguis!
| |

E’ da poco uscita una raccolta di saggi di Renato Del Ponte sulle “fondamenta del sacro in Roma antica”, dal titolo Favete linguis! (ed. Arya).

La riscoperta degli Etruschi e il Risorgimento dell’Italia
| |

Dal 3 al 5 dicembre 2010 si è svolto il diciottesimo Convegno organizzato dalla Fondazione per il Museo “Claudio Faina” di Orvieto, dedicato a “La Fortuna degli Etruschi nella Costruzione dell’Italia Unita”.

El emperador Juliano
| |

Juliano añoraba realizar el ideal “pagano” dentro de una jerarquía imperial estable y unitaria, dotada de un fundamento dogmático, un sistema de disciplinas y leyes y una clase sacerdotal.

I popoli del Nord e la «civiltà della madre»
| |

La cultura nordica megalitica e le sue due emanazioni — la cultura delle anfore globulari e quella della ceramica cordata — sono la matrice originaria delle lingue indoeuropee e — con esse — d’una violenta trasformazione che investirà l’Europa e vaste regioni dell’Asia.

Homer in the Baltic. Summary
| |

The real scene of the Iliad and the Odyssey can be identified not in the Mediterranean Sea, where it proves to be weakened by many incongruities, but in the north of Europe.

Die Drápa
| |

Die drápa war die beliebte Form des Preisliedes: der älteste uns bekannte Skalde Bragi inn gamli hat für sein Schildlied schon diese Form gewählt, und nachher haben die Fürsten immer die drápa als das ihnen gebührende Loblied betrachtet.

Il popolo licio
| |

Una breve storia degli sviluppi degli studi sui lici e gli altri popoli indoeuropei della penisola anatolica.

La concezione dell’uomo nella religione e nel mondo greco
| |

La concezione greca dell’uomo era influenzata dalla religione olimpica ma anche dalle condizioni storiche, sociali, psico-sociali, economiche e politiche, che insieme alla religione determinano la Stimmung esistente in un dato periodo storico presso una determinata nazione o popolo.

Il grande regno assiro (1950-609 circa a.C.)
| |

Un’accurata panoramica sulla storia degli Assiri e le conquiste militari dei suoi sovrani.

La politica religiosa di Costantino
| |

Per ragion di Stato Costantino fu costretto ad applicare una politica religiosa basata sul sincretismo religioso ed ad accettare in più di un’occasione compromessi con l’universo pagano.

Les Indo-Européens dans la Chine antique
| |

Le bronze et d’autres acquisitions importantes ont été introduites directement par des tribus proto-iraniennes dans l’aire cul­turelle de la Chine antique.

La religione solare nell’impero romano
| |

L’importanza rivestita dalla religione solare nell’impero romano a partire dall’introduzione del culto solare da parte di Elagabalo, avvenuta nel 218.

La popolazione nordica dell’India antica
| |

Sia la controselezione dovuta alla situazione climatica dell’India sia il meticciato sono tra le cause della decadenza della civiltà indiana

L’Origo Gentis Romanae. Ianiculum e Saturnia
| |

L’Origo gentis romanae è un’opera anonima che ci è stata tramandata nei rarissimi codici della cosiddetta historia tripartita, la cui edizione è disponibile anche ai non specialisti dal 1992

I misteri di Andania. Le grandi dee e il culto di Apollo Karneios
| |

La storia del culto misterico di Andania è intrecciata con il conflitto della Messenia contro Sparta, risalente alla metà dell’ VIII secolo a.C. e ripetutosi poi nel V e nel IV secolo a.C.

La popolazione nordica dell’Iran antico
| |

Gobineau fu il primo a riconoscere l’alta qualità umana dei persiani nonché il fatto che essi, “per quel che riguarda la loro natura e il loro sangue erano popoli germanici”.

La presenza delle profezie nel mondo greco e romano
| |

Sia nel mondo greco che in quello romano le profezie esercitavano una forte influenza, tanto su coloro che appartenevano alle classi subalterne quanto su coloro che detenevano i vari tipi di potere; a Roma perfino gli imperatori subivano l’influenza degli oracoli e dei sacerdoti addetti alla formulazione delle profezie.

Homère dans la Baltique
| |

Ce texte constitue l’introduction du livre de Felice Vinci, Omero nel Baltico [Homère dans la Baltique].

1 2 3 4