Omero nel Baltico

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. Daniele Ventre ha detto:

    Il libro di Vinci contiene un mare di affermazioni insostenibili, perché in contraddizione con le evidenze archeologiche e linguistiche più elementari. E non è questione di mondo accademico. Nel momento in cui le tavolette ittite contengono i nomi di Alessandro (Paride) e di Eteocle, che compare anche nelle tavolette micenee, l'ipotesi di una realtà non egea del materiale omerico è semplicemente fuori luogo. La decifrazione dell'Ittita da parte di Hrozny e del Miceneo da parte di Ventris, così come la scoperta di Troia da parte di Schliemann sono scoperte capitali della storia della scienza moderna. Non le si può mettere in discussione in nome di un esoterismo da quattro soldi fondato su argomentazioni pseudo-linguistiche e pseudo-antropologiche. Questo è quanto.

  2. Zolfo ha detto:

    E' piu probabile che New York non esista, che ogni volta che qualcuno viaggia per visitarla gli ameticani si premurino di costruire una città in cartapesta e che nessuno finora si sia mai accorto dell' imbroglio piuttosto che questa teoria sia vera.

    Fidatevi, nel 1800 A.c. la gente di quei posti era troppo impegnata a sopravvivere per fare altro.

  3. Giovanni Gentile ha detto:

    E' proprio vero!!!La nozionistica cultura scolastica serve poco!!Da giovani studenti la si subisce,da adulti e curosi ricercatori la si contesta!!!!Studiare ed approfondire dona vitalita'. Lasciamo alla Gelmini (nientemeno che "Ministro della Cultura") ed al vecchio governo la pura ignoranza che li ha caratterizzati.Noi siamo differenti da loro…siamo COLTI !!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *