Metafisica essenziale del Giano bifronte

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Beatrice ha detto:

    Scrivo per la prima volta e mi scuso in anticipo se non riesco a farlo con un vero e proprio elogio.

    Approfondisco l’argomento da diversi anni e mi ha incuriosito molto leggere questo articolo dalle premesse così accattivanti.
    Purtroppo, però, devo rilevare che, attraverso un linguaggio erudito eppure tendente a rendere difficile il facile, si riduce l’aspetto più intrigante della questione, ossia il confronto pulito e netto fra le “parentele” di identità di una faccia con quelle relative all’altra

  2. Andrea Di Cesare ha detto:

    Vi ringrazio, ho letto attentamente. Potreste però anche ri-darmi (ho perso ogni riferimento dai tempi dell’Università) riferimenti alla dottrina di Kierkegaard? Per Kierkegaard il bifrontismo rappresentava una sorta di “categoria” morale molto importante. Se potete, Grazie. Andrea Di Cesare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *