La rinascita è possibile

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Alessandro ha detto:

    Egregio Calabrese, quoto al cento per cento il suo articolo. Quando lei scrive "noi", a quale movimento politico si riferisce?

  2. Fabio Calabrese ha detto:

    Caro Alessandro: Se le rispondessi che con "noi" intendo tutti quegli ex missini (o di movimenti "a destra" del MSI) che NON si sono riconosciuti nella svolta finiana, sarei abbastanza preciso? Senza, per carità, voler escludere tutti quei ragazzi arrivati dopo queste esperienze e che nonostante la propaganda di una scuola "democratica" e "progressista" imbevuta di antifascismo, si sentono irresistibilmente "neri"
    Saluti.
    Fabio Calabrese

    • Alessandro ha detto:

      Gentile Fabio, quei ragazzi che si sentono "neri", sono l'altra faccia della medaglia dei ragazzi "rossi" dei centri sociali. Sono delle zucche vuote, che non riescono a mettere tre parole in fila. Per restare nella "nostra" area, la responsabilità è di chi ha fondato un movimento che si dice "sociale" e "cattolico" ed ha come base un coagulo di tifoseria calcistica e di skinheads. Il risultato è un danno a tutta quell'area perché si allontanano le persone interessate alla politica e non alle "parate" in maglietta nera. Anche il danno di immagine per tutta quest'area è enorme. Sull'autore di quella sventurata svolta meglio sorvolare, il male che ha causato gli tornerà indietro.
      Saluti,
      Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *