La Porta (Santa) del Perdono a Santiago de Compostela, il mistero di un percorso iniziatico

Luca Valentini

Nato a Taranto nel 1977, è stato l’animatore nei primi anni del 2000 del Centro Studi Tradizionali Cuib Mikis Mantakas, con la correlata fanzine Camelot, a cui hanno offerto la loro preziosa collaborazione numerosi studiosi del tradizionalismo italiano.
Attualmente, i suoi interessi, che spaziano dalla metapolitica alla Tradizione, dall’antichità classica alla dottrina ermetico-alchemica, lo coinvolgono in alcune collaborazioni di rilievo con riviste come Vie della Tradizione, Elixir, Arthos, Orientamenti, Orion. Suoi articoli sono apparsi anche su pubblicazioni come Ciaoeuropa, Graal, Hera, Simmetria ed Arketè.

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. daniele ha detto:

    molto interessante il fatto che anche santiago ha origini celtiche e che celti siano gli abitanti della galizia. Non lo sapevo. la parla simbolo si ripete molte volte nel vostro racconto, io ho una prdilizione per i simboli. Avete un Archivio? simboli da scambiare o da poter commentare insieme? fatemi sapere. Cordiali Saluti

    Cerboni daniele

  2. sonia ha detto:

    beh! pensavo che tutti i pellegrini in arrivo a Santiago entrassero per il Portico Della Gloria……. e di essere l'unica ad essere entrata per la Porta Del Perdono……ora capisco perchè quella donna si è fatta il Segno della Croce davanti al mio zaino appoggiato alla colonna…….Ultreya e Suseya ……..

  3. Claudia ha detto:

    Ho fatto un sogno di recente" mi trovavo a parlare con un sconosciuto, un meticcio, simile a venditore di lana, il quale si allontanò da me lasciandomi un messaggio, una frase che scorreva sul displey del suo cellulare che incautamente le avevo sottratto: Santiago de Compostela…" ripeteva quella frase l'infinito "Va' Santiago de Compostela" tornai indietro, correndo, per restituirglielo, ma non lo ritrovai più: il venditore se n'erra andato…cosa vuo dire?

    • filomena ha detto:

      ….vai a percorrere il tuo Cammino Interiore, cercandone la mappa e le procedure per superare ostacoli prevedibili e imprevedibili ovvero i tuoi luoghi oscuri interiori che in te, come in tutti noi, sono ben sepolti e il cui ritrovamento, comprensione e annullamento, ti porterà a tesori di conoscenza, tesori di luce riconnettendoti via via all'Essere, la Stella interiore, la Stella di Betlemme, Filomena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *