La crociera della nave corsara Kormoran

Francesco Lamendola

Francesco Lamendola, laureato in Lettere e Filosofia, insegna in un liceo di Pieve di Soligo, di cui è stato più volte vice-preside. Si è dedicato in passato alla pittura e alla fotografia, con diverse mostre personali e collettive. Ha pubblicato una decina di libri e oltre cento articoli per svariate riviste. Tiene da anni pubbliche conferenze, oltre che per varie Amministrazioni comunali, per Associazioni culturali come l'Ateneo di Treviso, l'Istituto per la Storia del Risorgimento; la Società "Dante Alighieri"; l'"Alliance Française"; L'Associazione Eco-Filosofica; la Fondazione "Luigi Stefanini". E' il presidente della Libera Associazione Musicale "W.A. Mozart" di Santa Lucia di Piave e si è occupato di studi sulla figura e l'opera di J. S. Bach.

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. Filippo ZACCARI ha detto:

    Quale e' stata la imprudenza del comandante del "Sydney" ?

    Da quello che ho letto vedo il "Sydney" con 8 cannoni da 152mm e il "Kormoran" con 6 da 155mm dovevano essere ad una distanza utile uguale per ingaggiare un combattimento. Ovviamente l'incrociatore australiano aveva la corazzatura che il corsaro tedesco non aveva.

    Pero' il "Sydney" non era il "Devonshire" che con i suoi 203 mm ha potuto mantere a distanza i 155mm dell'"Atlantis" e affondarlo.

    FZ

  2. marko ha detto:

    L'incrociatore Sidney, incrociatore leggero Classe Leander faceva solamente 32 nodi contro i 18 scarsi del Kormoran quindi era molto più veloce e poteva giocar al gatto col topo. Il Sidney come armamento principale aveva 8 pezzi da 152/50 in 4 torrette binate,contro 6 da 150 del Kormoran sparsi per la coperta, quindi aveva una maggior bordata in più aveva 8 pezzi da 102/45 in 4 torri binate,oltre a 12 mitragliatrici da 12,7, mentre il corsaro tedesco aveva 2 cannoncini da 37 mm e 5 da 20 mm .Pure come tubi lanciasiluri eran superiori gli australiani 8 a 6. L'errore essersi avvicinato così tanto al Kormoran. Rammento che il Devonshire riuscì ad affondare l'Atlantis non solo per la sua superiorità dei pezzi da 203 contro i 150, ma pure per la velocità utilizzata.L'Atlantis fermo stava rifornendo l'U 126 e che quindi essendosi immerso subito avrebbe potuto silurare l'incrociatore pesante inglese, invece non ci riuscirono per l'alta velocità in cui impegnò il combattimento ed il frequente ricorso a manovre a zig zag che non permisero mai d'aver una accettabile soluzione di lancio, pena dopo il sicuro affondamento del corsaro pure il loro. Lo riconosce il comandante in seconda Ulrich Mohr dell'Atlantis che non gli riuscì nel giochino del Kormoran per questo motivo.Gli australiani pensavano d'aver a che fare con un cargo olandese gli inglesi non si fecero ingannare per niente e controllarono via radio.

  3. marko ha detto:

    mi permetto di segnalare l'indirizzo per interessante ritrovamento del sidney
    http://www.adventuresub.it/Uploads/Files/PDF%20AR

  4. Nicola Fortuna ha detto:

    Una fine romantica come alcuni comandanti tedeschi andavano cercando..
    Sturm und drang..

  5. Nicola Fortuna ha detto:

    Una fine romantica come alcuni comandanti tedeschi andavano cercando..
    Sturm und drang..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *