Killeraggio accademico

Gianfranco de Turris

Giornalista, vicedirettore della cultura per il giornale radio RAI, saggista ed esperto di letteratura fantastica, curatore di libri, collane editoriali, riviste, case editrici. E’ stato per molti anni presidente, e successivamente segretario, della Fondazione Julius Evola.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. seroca ha detto:

    Una domana, ma se “Gian Franco Lami” era professore “della Università di Roma”, quindi docente (fonte: wikipedia), perchè avrebbe dovuto fare un concorso per la docenza?

  2. giuseppe casale ha detto:

    Semplicemente, Lami concorreva per una progressione: i gradi accademici articolano i docenti in ordinari, associati e ricercatori. Di recente, nel mio piccolo, mi è stato riservato analogo trattamento (vedasi sito ASN del Miur per abilitazioni ad associato in Storia delle dottrine politiche, con tanto di giudizi pubblicati): come prevedevo, un commissario di nota fama gramsciana e “resistenziale” mi ha negato l’abilitazione inventandosi che sono stato attivo in un solo convegno, dedicato a Tommaso d’Aquino (di cui non mi sono mai occupato). In più, sul mio curriculum pubblicato, sono scomparsi gli altri convegni certificati cui ho partecipato. Infine, mi dà esplicitamente del cattolico tradizionalista come stigma sufficiente a bocciarmi. Divertente confrontare il giudizio degli altri commissari, che non tenendo conto del mio evidente passato di allievo di Lami, hanno espresso parere positivo all’abilitazione, apprezzando il numero di convegni cui ho partecipato e l’innovatività delle ricerche pubblicate. Evidentemente, l’egemonia culturale (intesa nella sua forma più banale e divulgativa) gramsciana ancora insegna tatticamente di contrastare con qualsiasi mezzo le velleità concorrenziali altrui: picchiare in testa, senza decoro né verecondia, laddove si abbia la facoltà di farlo, profittando della posizione di potere per servire l’idea (e la consorteria correlata). Cosa fare? Al momento, senz’altro, compatire la povertà intellettuale (oltre che morale) di tali espedienti ad excludendum.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *