Il vampirismo alla luce delle teorie di Jacques Vallée

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. walter ha detto:

    considerando il ruolo di primo piano che hanno avuto i vampiri a livello politico e culturale come non credere a queste tesi.
    prima dei vampiri infatti erano le fate e non i gesuiti i maggiori consiglieri delle classi dirigenti.

    ed ora, come insegnano i simpson, il presideste statunitense non approva niente senza aver ascoltato il suo alieno consulente.

    notevole..

  2. Birba ha detto:

    Quest'uomo deve essere pazzo

  3. Stef ha detto:

    Due cose non mi sono chiare.
    1. Qual'è la connessione possibile tra vampiro e Magonia? L'autore dell'articolo cita soltanto le tesi (molto fantasiose ed arbitrarie) di un'altra persona come se fossero un dogma.
    2. Data per plausibile l'esistenza di tali creature, non si capisce bene tale affermazione: "Jacques Vallée è convinto che gli abitanti di Magonia assumano sembianze diverse nel corso dei secoli al fine di creare nel mondo degli esseri umani delle credenze, un clima socio-culturale (Stimmung), politico, religioso funzionale ai loro interessi e al loro scopo principale ovvero creare una visione del mondo (Weltanschauung) che permetta loro di manipolare le credenze e il comportamento degli esseri umani". Lo scopo è quello di manipolare le credenze degli uomini per creare una certa visione del mondo che, da ultimo, influenzi le loro credenze. Il cane che si morde la coda insomma.

    Chiedo che l'articolo venga rimossa dal sito perché privo di qualsiasi valore.

  4. kalpkiavatara ha detto:

    @ i detrattori e gl’ironici. Poco importa magonia, i vampiri o gli Ufo, i Jacques Vallée, i John Keel… ” Un ‘potere occulto’ di ordine politico e finanziario non dovrà essere confuso con un ‘potere occulto’ di ordine puramente iniziatico ed è facile comprendere che i capi di quest’ultimo non si interessino affatto alle questioni politiche sociali in quanto tali: essi potranno addirittura avere una assai mediocre considerazione di coloro che si consacrano a questo genere di attività[…]
    Un altro punto da tenere presente è che i Superiori Incogniti, di qualunque ordine siano e qualunque sia il campo in cui vogliono agire, non cercano mai di creare dei ‘movimenti’.Essi creano solo degli stati d’animo ( état d’esprit), ciò che è molto più efficace, ma, forse, un poco meno alla portata di chiunque.
    E’ incontestabile che la mentalità degli individui e delle collettività può essere modificata da un insieme sistematico di suggestioni appropriate; in fondo, l’educazione stessa non è altro che questo, e non c’è qui nessun ‘occultismo’ […].
    Uno stato d’animo determinato richiede, per stabilirsi, condizioni favorevoli, e occorre o approfittare di queste condizioni se esistono, o provocarne la realizzazione”. René Guénon “Riflessioni a proposito del Potere Occulto”. Fatevi un’altra risata. [NON sono G.Pellegrino]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *