Il “pensiero vivente” nella filosofia della libertà di Rudolf Steiner

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Nereo ha detto:

    Ma quale pensiero vivente? Quello fichtiano? L’antroposofia è una bufala. È solo un business sedicente “spirituale” e massimamente contraddittorio. Sveglia!
    http://la-percezione-di-archiagottlieb.webnode.it/news/lintelletto-di-gottlieb-e-degli-antroposofi-di-stato/

  2. Marco ha detto:

    Ci sono tante cretinate, ma non è tutto da buttare. E’ nullo sul piano esoterico-spirituale iniziatico e tradizionale, ma altre cose ( biodinamica, medicina ecc.) sono quasi interessanti. Con Scaligero si va molto peggio, perchè manca quel pochissimo di interessante che Steiner ancora conserva …

  3. Sabio Ramblano ha detto:

    ” La Tradizione è ciò che deve essere tradito ” la via spirituale non deve essere interessante o carina e simpatica ma solo adatta all’uomo del presente e alle sue esigenze interiori…una via va conosciuta e praticata seriamente per poterne parlare adeguatamente altrimenti occorre praticare il nobile silenzio…!!! direi che una espressione di un esoterista italiano di altissimo rango può essere di grande monito, circa la cosiddetta “regolarità tradizionale” : ” ….la regolarità tradizionale non è altro che la codificazione del gia avvenuto e che tale appare ad un pensiero paralizzato nella sua funzione riflessa, cerebrale. Il nostro compito è, al contrario, di trarlo da tale ipnosi cerbrale per ricondurlo alla sua sorgente fatta di “volontà” in cui si attua l’identità tra io e cosmo, nel cuore di ogni uomo. Il resto sono chiacchiere…” e la via antroposofica offre una strada per uscire dal dialettismo e dal pensiero legato esclusivamente al regno della quantità…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *