Il crack demografico

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Drachen ha detto:

    pieno di inesattezze. è vero che i paesi scandinavi stanno meglio degli altri a tasso di natalità, ma sono completamente dipendenti dalle nascite degli immigrati o cmq dei non-scandinavi. in Svezia i non etnicamente svedesi sono quasi 1/5. il prb non sta nello stato sociale, ma nella cultura. l'emancipazione uccide le nascite, questo è quanto, il resto son favolette.

    Norvegia:

    TFR for Norwegian residents by country of birth in 2004: Norway (1.8), Somalia (4.4), Iraq (4.3), Morocco (3.6), Pakistan (3.2), Turkey (2.3), Iran (1.6), Vietnam (2.0), Sri Lanka (2.7), India (1.8), and Bosnia and Herzegovina (1.7). [1]

    la Francia, ormai calderone multietnico, ha 1.5 volte il tasso di natalità italiano, ma le coppie con figli sono poco più del 50% rispetto al 66% italiano. Questo significa essenzialmente che la famiglia tradizionale francese è stata soppiantata da quella degli immigrati o etnicamente non francesi.

  2. Wainer ha detto:

    Gli schiavi celtici (irlandesi, quelli che hanno portato il capello scuro, dopo che i vichinghi hanno portato un diffuso biondismo e secondo il detto "i capelli rossi" in Irlanda) in Islanda si riproducevano a un ritmo molto più sostenuto. Le classi in condizione di inferiorità (di un qualsiasi tipo) si riproducono maggiormente.

    Vorrei accantonare lo sciovinismo dei Bianchi che li divide internamente soprattutto da 200 anni a questa parte e crea discriminazioni all'interno del continente.

    Ultimamente comunque le giovani coppie native fanno più figli delle coppie "giovani mature", dalla Linea Gotica alla Manica (anche se poi, da bravi viziati emancipati, li accollano ai genitori-nonni), non sarà anche solo nel subconscio una conseguenza della colonizzazione di popolamento extraeuropea? (e in Francia, dopo lo schock dei disordini nei ghetti?) Ovviamente, senza una rivoluzione nazionale europea (la morte dell'Europa sono anche gli attuali finti stati pseudo-nazionali) che metta mano alle legislazioni e alla morale, e preveda un "umano rimpatrio", non si può combattere l'estinzione con due figli per famiglia davanti all'allogeno che ne fa 5-10 a famiglia.

  1. 30 ottobre 2008

    […] Continua la lettura […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *