Il Christo-Serpente. Cristianesimo e misteri antichi. Parte IV

Potrebbero interessarti anche...

39 Risposte

  1. Pier Tulip ha detto:

    La ringrazio Musashi per la lunga e dettagliata recensione. E’ chiaro che l’approccio all’origine del cristianesimo è da lei fatto in chiave principalmente mistica e spirituale, mentre il mio approccio è fondamentalmente materialistico.
    Riporterò integralmente il suo intervento nella mia pagina, ma vorrei sapere se secondo lei è possibile dare una risposta certa e definitiva alla mia domanda precedentemente espressa e che ripeto: le decodifiche in chiave solare dei passi dei vangeli contenute nel capitolo “Il Gesù dei Vangeli” sono sufficienti per dichiarare in via definitiva che i vangeli sono dei racconti allegorici e che la figura di Gesù in essi narrata è solamenta letteraria e mitica?

  2. paolo2 ha detto:

    Salve Musashi. A proposito di significati simbolici nei vangeli canonici, vorrei sapere come valuta questa interpretazione esoterica della vicenda dell’Apparizione di Gesù al Lago Tiberiade (Giovanni, 21, 1-14), data da Umberto Capotummino che si può leggere qui:http://www.esonet.org/articoli-studi-biblici/al-lago-di-tiberiade-liniziazione-di-simon-pietro-e-il-segreto-del-numero-153 . Sembra interessante, ma io non ho le conoscenze sufficienti per valutarne l’attendibilità. Grazie e cordiali saluti

  3. Musashi ha detto:

    @paolo2
    credo che Capotummino sia un po’ partito per la tangente perdendosi in un prolisso discorrere per numeri in cui non si capisce bene dove voglia andare a parare. Per fortuna sul finale si riprende. la connessione con la formula 153 secondo me era implicitamente richiamata in quel passo. E’ un’ipotesi altamente probabile che si cela dietro un numero dal significato numerologica in realtà poco perspicuo…e conferma quanto scrissi sui riferimenti presenti nei vangeli che rimandano a passi o momenti del ciclo osiriaco.

    @Tulip,
    a mio avviso la parola “dimostrazione definitiva” può difficilmente farsi valere nel campo delle scienze naturali che sono quelle più deterministiche, figuriamoci nel campo delle scienze filologiche!
    sicuramente il suo, come quello di altri che l’hanno preceduto, è rigoroso e se vogliamo fa valere un determinato punto di vista che permetterebbe di ricondurre la vicenda cristica a dei fatti meramente simbolici (a livelli molto più pedestri lo fece il filmato zeitgeist).
    Quello che non capisco è perchè dovrebbe questo punto di vista escludere necessariamente che possa essere esistito un uomo chiamato Yoshua, della Casa di David della Tribù di Giuda in qualche modo legato (o maestro) di un gruppo esseno, nazoreo o gnostico. Che poi i fatti narrati nel vangelo siano spesso ricostruzioni allegoriche o spesso dei miti trasposti o ritagliati addosso al personaggio (lo stesso legato all’insegnamento gnostico) non implica che il personaggio non possa essere stato anche reale. E questo nè il suo pregevole lavoro, nè altri lo possono escludere come dice Lei “invia definitiva”.
    peraltro proprio i vangeli gnostici ci offrono l’aspetto di un Gesù forse ancora più sovrannaturale (o meglio se si parla di lui in relazione all’eone che incarnava) e tuttavia i passaggi simbolico-allegorici nei vangeli gnostici sono significativamente meno vistosi. vi trova invece esposta da parte dell’Iniziatore Gesù un insegnamento esoterico.Ma il Gesù gnostico in questi vangeli è raramente implicato in vicende dal chiaro sapore allegorico, sicchè vi sono fonti per così dire, meno simbolizzanti, e ci figurano un Gesù simile ad un Buddha che predica il Dharma.

    Viceversa ripeto, sono incline a non escludere una qualche realtà storica anche dietro a personaggi quali Zagreo. Quindi per menon ho ancora visto nessuna prova che possa escludere definitivamente l’esistenza reale di un personaggio storico di nome Gesù in palestina istruttore di un circolo spirituale.
    Ovviamente non pretendo che sia il protagonista “reale” di vicende simboliche a lui attribuite, tuttavia, ripeto con le parole di Guenon, è addirittura il caso che un evento simbolico possa “accadere realmente”.
    A parte questo, in sede scientifica, ritengo che le prove “definitive” di non esistenza siano epistemologicamente assai difficili, se non impossobili.
    Al massimo sarebbe rigoroso dire: “allo stato attuale dell’arte…. sembrerebbe sufficiente ipotizzare un’origine mitologica dietro la figura di gesù”.
    tuttavia anche questo non è propriamente possibile stante la testimonianza di giuseppe Flavio che parla di un Gesù di Galilea, sempre che si accetti il testimonuim flavium.
    Insomma in “via definitiva” è un concetto troppo impegnativo che io non userei.

  4. Pier Tulip ha detto:

    @Musashi
    Sono pienamente d’accordo con lei. La mia domanda era solo relativa alla trattazione evangelica, non all’esistenza storica di un personaggio vissuto nel primo secolo, a cui far risalire in qualche modo, difficile da immaginare e definire, la nascita del cristianesimo.
    Se si accetta la miticità dei vangeli si deve anche accettare che gli eventi in essi narrati siano fittizi, allegorici, mitici.
    Ma se lei ha letto fino in fondo il mio KRST, nel capitolo “Il Gesù della storia”, io faccio una precisa ipotesi di chi potesse essere stato questo personaggio, e si aprono orizzonti di interpretazione che possono spiegare anche la sua linea di ricerca, di Guenon, e di tanti altri autori che ipotizzano contenuti esoterici.
    Anch’io, spero in una prossima ricera, di occuparmi di queste problematiche.

  5. Salve Musashi, grazie per avere commentato il mio articolo sul segreto del numero 153. Attraverso la numerologia si può accedere alla comprensione degli antichi segreti iniziatici, come ci ha tramandato Plutarco (Iside e Osiride ca.75) con la sua tetraktis: “La cosiddetta tetraktis, ossia il trentasei, era la forma più alta di giuramento,come è stato rivelato, ed ha avuto il nome di Mondo perchè è formata dalla somma dei primi quattro numeri pari e dei primi quattro numeri dispari”. La ‘prolissita’ che ti sembra, fa salva l’annotazione dei molteplici riferimenti impliciti, nel caso della tetraktis: dal molteplice pari 2, all’unità dispari 1, sino alla manifestazione del ‘Mondo’ 36, per duplice pulsazione quaternaria della decade( 1+2+3+4=10) si dà l’espressione completa della tetraktis: 2+4+6+8+1+3+5+7=36. Per quanto riguarda la simbologia della figura di Cristo associata alla Fenice egizia puoi leggere qualcosa sul mio blog. Ne tratto estesamente nel mio libro : L’Occhio della Fenice” che riporta nell’introduzione un dialogo con Boris de Rachewiltz.

  6. Minerva ha detto:

    Gent. Sig. Musashi,
    La disturbo per chiederLe se sia possibile parlare privatamente via email con Lei, per favore: desidererei chiederLe alcune informazioni sulla Via Iniziatica dell’Ermetismo.
    La ringrazio dell’attenzione e le porgo i miei più cordiali saluti,
    Minerva
    minnie.mcgranitt@gmail.com

  7. Marco ha detto:

    Guilmot, nell’egittologia, non è nessuno. Neanche in quella “di frangia”. La sua adesione all’AMORC , inoltre, squalifica ulteriormente. AMORC è la new age dei pseudo-rosacrocianesimi moderni ( i quali TUTTI nnon hanno nulla a che fare con quella autentica, neanche nella qualità dei loro assunti…). Pattume.

  8. Alberto ha detto:

    Ero in contatto con Musashi, ma sembra che non sia più reperibile da mesi. Per quanto riguarda l’ermetismo operativo, mi aveva consigliato in particolare “La pietra iniziatica” di Vollarich

  9. Minerva ha detto:

    Grazie Alberto, sei molto gentile, cercherò questo libro. Spero che il sig. Musashi stia bene.

  10. Luigi ha detto:

    Il libro del Vollarich-Volarici è solo un re-make alquanto confuso e barocco degli scritti del gruppo di ur, di bardon, di Barzagh, angelini, palamidessii e altri autori noti. Non c’è “tradizione ermetica”, ma solo un collage condito in modo maldestro. L’ermetismo non nasce dalle proprie fantasie/ipotesi spacciate per corpus tradizionale.
    E’ uno scadente testo sul fai.da.te pseudo-ermetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.