Il Christo-Serpente. Cristianesimo e misteri antichi. Parte III

Potrebbero interessarti anche...

23 Risposte

  1. Opera Rossa ha detto:

    Cerchiamo di rimanere sull'argomento, e non entriamo sul personale, perchè se lei mi scrive : Tu ti confondi- iniziano le proiezioni inconsce, ovvero non conosce (interiormente) che si sta confondendo..Sia certo ho 40 anni di studi, non mi confondo. Babaji non chiude nella maniera più assoluta la questione! Babaji è un Essere Realizzato che per Secoli e Secoli ha mantenuto la "discesa avatarica" che ha anche effetti visibili sul suo corpo, nell'aspetto sempre di 16enne, ovvero all'epoca del suo stato di suprema Illuminazione..in una sua precedente esistenza .E' quello che si chiama : un Anima Adombrata..nella maniera più totale. Non si è quindi messo a fare gli esercizietti ..nella sua ultima incarnazione, perchè la sua Illuminazione non è avvenuta in questa incarnazione, ma secoli fa! Babaji Non Si Reincarna! E' uno Yogi Immortale! Rimane nascosto nelle montagne e si svela a chi vuole..Un Avatar non è un essere umano..e Non deve praticare proprio Nulla! Semmai "Usa" il veicolo fisico per la "Manifestazione".. La Shakti come principio Eterno s'Incarna nell'Avatar che la usa e distribuisce, ma solo nell'Avatar..Un Avatar a differenza di uno yogi possiede il potere di essere kaalateeta..ovvero regola ogni azione temporale..oppure avere sankalpa..ogni Sua parola è destinata a compiersi, questi Non sono siddhi, ma poteri Divini o meglio "qualità" del Divino! Il corpo grossolano che adopera è solamente un "mezzo" una volta cessato il suo scopo, darà la Liberazione alle cellule del corpo che l'hanno ospitato..Di quale morte parla? La visuale che prospetta nel suo commento è quello di un essere fragile invasato che poi muore..Assolutamente, un Avatar esula da questo! Se conoscesse tramite "cosa" la manifestazione Divina vuole dar vita a questo "processo" che richiede anni di ricerca..non la penserebbe più così! E' una ricerca che dura secoli per ottenere un Adhara adatto ad una manifestazione avatarica potente ..Ogni cosa ha dei cicli ed un Avatar li rispetta più che mai, finito il compito, torna alla Non manifestazione. Quindi non depone a favore della sua tesi la morte di un Avatar, poichè non è un uomo, ma Abita un corpo di un essere umano. Per Loro Volontà, voglio Ricordarlo, decidono di terminare l'incarnazione. Babaji essendo un un Immortale e non si reincarna da tempo non conosce la morte, perchè il suo compito è un altro… Temporaneamente e contingentemente: fosse solo per 50 anni, significa che l'essere umano come lo conosciamo non esiste in un Avatar. La personalità o triade inferiore è totalmente soggiogata e fatta strumento..prima dell'anima ( e qui c'è il segreto degli Avatar) poi della Monade, insomma è un Canale così diretto, che l'umanità che manifesta è un ombra che appare e scompare solo per far avvicinare e per non spaventare..La Natura Divina può fare strani effetti ! Scrive e tratta gli Avatar come fossero dei bambocci che sono usati e questo perchè il punto di vista è umanocentrico, poi li vede così in balia di forze che addirittura iniziano a degenerare e per il colmo a fare magia nera o vampirica..Da nascono queste assurde congetture? Forse Esattamente da dove nasceva la sua convinzione che la discesa avatarica non rimane per più di tre anni ?..Ancora aspetto documentazione in risposta.. Dove è scritto? S'informi bene sugli Avatar e su Babaji. Buona Giornata

  2. Musashi ha detto:

    Ripeto anche una emanazione di esseri divini o buddhici deve tenere conto del karma e delle leggi di questo piano.

    Anzitutto NESSUN Buddha, nessun Tulku, Salvatore di Questo o di Quello, nessun Avatara, nessun Bodhisattva, Soter, Shaoyshiant o qualsiasi altra denominazione si usi, NESSUno di essi può manifestarsi se non vi sono CAUSE e CONDIZIONI (secondo l'insegnamento di Lama Tzong Khapa).
    Cause e condizioni sono datedal Karma planetario della Terra, dal karma positivo o negativo dei praticanti, dal fatto che i discepoli abbiamo o meno rispettato i samaya (voti).

    Un buddha ssolutamente illuminato, nel momento in cui abbandona ogni stato di esistenza non ha più potere su questa manifestazione, non vi può più tornare.
    Pertanto vi è la preghiera di non abbandonare il samsara ai Maestri di tutti i Lingaggi !

    Tuttavia se lo fa un essere illuminato lascia o può lasciare dietro di se delle Anime Magistrali, dei tulku, delle emanazioni ecc.. che saranno esseri non del tutto illuminati (cioè non oltre il decimo Bhumi) altrimenti non sarebbero QUI!!!
    Sono invece "esseri sul sentiero" come si dice in linguaggio tecnico. ma proprio per questo anche loro sono in qualche modo vincolati al karma
    e pertanto non possono eludere la necessità di ricevere potenziamenti attraverso le iniziazioni, prendere e mantere puri i voti (samaya) e operare in conformità al Dharma.

    Si badi: il loro Principio Cosiente (mente del Risveglio) non è contaminata, ma i loro veicoli iperfisici devono essere mantenuti puri e incontaminati se devono epletare la loro missione!!!

    NON SOLO: essi necessitano anche di "circostanze secondarie" cioè il karma dei loro discpoli che se non è buono interferisce con la vita del tulku (la può ance accorciare) e soprattutto può creare problemi alla sua futura incarnazione ( o discesa).

    Come vede le cose sono molto più complesse di come la espone Lei.
    Evidentemente Lei non ha mai ricevuto istruzioni dirette da maestri di queste Tradizioni.

  3. Musashi ha detto:

    Quanto al "soggiogare completamente i veicoli inferiori"…bè non si soggioga proprio niente.
    Soprattutto tolga il completamente:

    in questo piano della manifestazione tutto è relativo.

    INFATTI:

    prendiamo il caso dei Gompo: i Protettori.

    Quando un essere come Padhasambhava ha soggiogato le divinità del tibet, o altri siddha che hanno fatto la stessa cosa con entità mondane,
    oppure quando Saraswati ha creato la sua forma mondana di Parvati, in realtà questi esseri hanno soggiogato la mente di esseri mondani (del piano sottile) esseri divini non illuminati, e ne hanno messo le facoltà a protezione dei Particanti.

    TUTTAVIA nessuno di essi è stato soggiogato completamente (come dice opera rossa).
    INFATTI i Dharmapala mondani posso, seppure soggiagati da un Buddha, ad un certo punto, a causa del Degenerare del Dharma, rompere il loro samaya (l'iniseme dei voti) e praticare azioni anche demoniache.
    questo è un fatto purtroppo ben frequente in Tibet, Nepal, Buthan e non parliamo poi dell'Induismo degenerato dei nostri giorni.
    Ed è un fatto che può dipendere soprattutto dal karma terreno dei praticanti che a loro volta creando karma negativo perturbano il campo dei meriti che questi esseri si sono creati.

    Negare questo significa negare la legge di interdipendenza degli Esseri, annuciata dal Buddha Sakyamuni, esplicata dai santi maestri Nagarjuna e Chanrdakirti, edefinitaviamente affermata da lama Tzong Khapa.

    Tutto anche cioò che riguarda un essere Illuminato diepnde da cause e condizioni !!!!

    "Nulla vi è che non dipenda da cause e condizioni. ciò che non dipende da cause condizioni non è"

    Questo è l'insengnamento del Buddha.

  4. Musashi ha detto:

    Puetroppo come vede, sono molto preparato dottrinalmente.

    lei dice solo ovvietà e imprecisioni, che evidenziano una visione astratta e idealizzata degli "avatara" …
    e non "avatar" come dice lei (quello è il titolo di un film; avatara con la -a: si tratta di un singolare maschile; il sanscrito perdio!!!)

    visione astratta di un occidentale alla Guenon. immagino che Lei avrò letto "considerazioni sulla via inziaitica" e niente più..testo in effetti in cui si evince questa erronea lettura che lei riporta. Guenon come lei non sapeva il sanscrito e non era mai stato iniziato alle scuole yogiche dell'India.

    lei deve aver letto e Guenon e forse Raphael

    si vede dall'enfasi fideistica e dall'auto adulazione verso queste realtà viste in modo utopistico.

    Io sono stato in Giappone (dove ho vissuto per 20 anni), ricevuto trasmissioni shingon, India e Nepal, ho avuto trasmissioni da maestri di vari lignaggi tantrici, e per di più mi occupo di traduzioni e insegnamento universitario (anche se non sono un indologo nello specifico).

    la sua preparazione è astratta, libresca e idealizzante.

    ……ricevere commentari segreti, istruzioni e insegnamenti orali da grandi Lama, oggi ormai passati,
    è un'altra cosa!

    Come vede le ho spigato dottrinalmente e fattualmente (biografie dei siddha alla mano! ) tutti i punti inesatti del suo pensiero.

  5. Musashi ha detto:

    E' talmente evidente che lai si è esalta parlando di queste cose dal fatto che si esperiem esattamente come un libro di Raphael con tatto di "Tat Twam Asi" tutto in maiuscolo!
    Lei parla come un libro stampato:
    lei cita la dottrina advaita di un livello libresco e da Lei evidentemente mal compreso, come si evince dal fatto che le mancano degli asset dottrinali specifici.

    Lei è l'esempio classico di esoterista fallito ed auto esaltato dei nostri giorni che pretende (alla luce di quaranta anni di letture occludenti il pensiero, opera davvero luciferica!) di fare il maestro ma non è degno ancora neanche di essere discepolo.

    che Lei NON sia un iniziato è derivabile dal fatto- come ammette Lei stesso- che ignora che un iniziato formula dei voti che sono samaya nelle tradizioni orientali, in occidnete prendono la forma di "Promissioni".

    Purtroppo il giochino non le riesce! di matti esaltati di pseudo-esoterismo che hanno solo letto se ne trovano un tanto al chilo.

    Lei non è un iniziato.

    L'opera non rossa ma "nera" che lei svolge è quella di provovatore. Ne sia consapevole o meno, lei con le sue forme pensiero che si è creato in tanti anni di letture
    è uno (spero) inconsapevole agente della Controiniziazione.

    E con ciò si taccia!

  6. Vetriolo Romano ha detto:

    Saluto il caro Ammonio e l’amico e mentore Musashi.

    La totale incomprensione di questi esaltati, psicoinduisti o psicoesoteristi e’ rimarchevole!

    Chiaro e’ il modo con cui evidentemente si relazionano a dottrine che oggi sono diffuse e divulgate, ma che essi assimilano e vi si aggrappano come ad ideologie psichiche.

    Tale e’ questo persanaggio Opera Rossa, che col suo vano sproloquio non si sa cosa vuole ottenere se non fare confusione.

    Davvero vi e’ il sospetto come ben dice Musashi che di questi cadaveri psichici e mestatori si possa servire il Fronte Nero della controiniziazione!

    Musashi,

    non rispondiamo nemmeno, condanniamoli al silenzio!

  7. Anonimo ha detto:

    Due nozionismi da wikipedia si scontrano all'Ok Corral. Il bue riuscirà a dare del cornuto all'asino ?

  8. Opera Rossa ha detto:

    Chiaramente continua ad offendere, molto piccato evidentemente dalla mia risposta ultima che deve aver agitato ancora una volta le sue “Acque”! Trovo però ancora una volta divertenti, veramente spassose, le sue continue Proiezioni. Per non parlare dell'esoterista fallito ed auto esaltato dei nostri giorni.. oppure Dulcis In Fondu: che pretende di fare il maestro ma non è degno ancora neanche di essere discepolo. 
    E Qui Diciamola Tutta, Si è SVELATA alla Grande l'Ombra ..L'Ombra nascosta ancora mai osservata..che tradisce in maniera esaustiva l'Esaltazione che la contraddistingue insieme ad l' alta considerazione che ha di se stesso, a torto, che le fa scrivere castronerie e imperativi ordini..

    Scenda da quel piedistallo che le fa scrivere: si taccia !
    ( ogni tanto il senso del ridicolo fa bene, lo dovrebbe usare!)

    Ogni cosa che Gratuitamente mi attribuisce Le Appartiene!

    La mia è una Re-Azione e lo è a suo beneficio, non sia mai che comprende che tutto quello che pensa di me, non conoscendomi, è in realtà lo specchio di quello che lei è!?

    Non sento il bisogno di spiegarle il perché del mio quarantennale studio..che prende sempre ad esempio come se fosse un atto osceno..che colora con i suoi tentacoli egoici! Posso però dirle che è del tutto inutile che lei cerca di inquadrarmi in una dottrina o in una lettura..posso anche aggiungere che il cibo della mente è cattivo se preso Prima dell'esperienza, ma ha il sapore dolce se è assunto Dopo le esperienze.
    Per il resto, le sue parole nei miei confronti non creano nessuna agitazione, so bene che lo specchio riflette ..chi ci guarda dentro!Continui quindi a specchiarsi per bene se è di Questo che ha Bisogno!
    In ogni caso le sue parole sono da gran mal- educato, diciamolo, incapace di un dialogo sereno, senza toccare la persona sul personale, insomma si attacca al fumo della pipa..
    Ed è fuori di ogni dubbio che è Questa l'unica cosa che gli Riconosco, per Certo: Il fumo..

    Nel suo mondo si convince che la conoscenza delle dottrine o pochi scritti, sono importanti da tenere sì celati, ma da Usare per Farsene Vanto e per darsi carisma e fantomatico mistero all'uopo.. siano il “Sale” della vita?
    SICURAMENTE lei è uno dei TANTI che ha preso i voti con riti exoterici..
    L'Avevo già Intuito..dalle credenze che esplicita che sono Forma e poca Sostanza!
    Perché l'esaltazione è tipica di siffatti tipi, qualsiasi dottrina seguono!
    Ebbene non scomodi dottrine, viaggi, trasmissioni.. i suoi racconti, i dettagli, sempre pronto a sciorinare, suoi e del suo amico, i contatti.. sono manifestazioni MOLTO EGOICHE!
    TUTTE Patacche Umane! Solo e molto Umane..
    Certamente non le dichiara un chela, un discepolo , tanto meno un iniziato!

  9. Opera Rossa ha detto:

    Se le “trasmissioni” non le hanno insegnato a comportarsi in maniera civile, gentile, educata, Degna.. allora lo scopo è fallito e la mèta è lontanissima.. perché tutto il sapere che perderà appena la memoria inizierà a cederle …non sarà servito a NIENTE!
    Ci sono persone che hanno fatto 30 anni di Yoga senza approdare a nulla.. che valore può avere il suo viaggio durato 20 anni in Giappone ..se non ha imparato a Dominare le “acque”? Un altra patacca?

    Questa è la sua Controiniziazione: la Proiezione di se stesso.. che penosamente atribuisce al sottoscritto!
    Devo dire che già dalle sue parole sull'opera vampiriche di chi è Degenerato..mi aveva allarmato all'attenzione ..
    Una coazione a ripetere dunque: – L'opera non rossa ma "nera" che lei svolge è quella di provovatore. Ne sia consapevole o meno, lei con le sue forme pensiero che si è creato in tanti anni di letture 
    è uno (spero) inconsapevole agente della Controiniziazione.  –

    Leggiamolo nella Comprensione della dinamica mentale:
    L'opera non rossa, ma nera che Io svolgo è quella di provocatore. Ne sono consapevole o meno, Io con le mie forme pensiero che mi sono creato in anni di letture..sono (spero) inconsapevole agente della Controiniziazione–
    Ecco è Lampante!
    M'indica il suo Effettivo Stato..
    Cosa lei sta Vivendo!
    Dunque le cose stanno così.. ci sta facendo inconsciamente sapere che lei fa della Controiniziazione ..e spera di farla inconsapevolmente! Me lo Auguro Tanto, Per lei e questa Sua Proiezione su di me , Possa Aiutarla a Comprenderlo Veramente e a Fermarsi!!
    Ho appreso molte cose da su lei..in poco tempo!
    Mi Creda!
    E' un libro aperto! Per me..

  10. Musashi ha detto:

    Qualcuno potrebbe farsi molto male!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.