Huginn e Muninn

Blog del Centro Studi La Runa



Categoria: Facile ironia

Come sparare sulla Croce Rossa

Il bello delle tasse

30 luglio, 2009 (23:22) | Facile ironia | Di: admin

Il bello del pagare tasse, imposte, addizionali e balzelli è venire improvvisamente raggiunti da certe notizie.
Oggi il “Sole 24 Ore” riporta la seguente, unica notizia di “cultura”:

“La Commissione Cultura della Camera ha approvato, in sede legislativa, il progetto di legge per la concessione di un contributo in favore della Fondazione Centro di documentazione ebraica contemporanea (Cdec)”.

Questo ennesimo spreco di denaro ci mancava proprio.

Questione di gusti

24 luglio, 2009 (10:42) | Facile ironia, Storia | Di: admin

rasella1

L'attentato dinamitardo in Via Rasella

La repubblica democratica e antifascista continua a precipitare lungo la china della sua abiezione.

Una sezione penale della Corte di Cassazione ha recentemente depositato una sentenza che, stravolgendo la verità storica e  le precedenti sentenze di primo grado e d’appello su un caso di presunta diffamazione, ha affermato che  definire i gappisti protagonisti dell’eccidio di Via Rasella “massacratori di civili” non sta bene. Quella gente, a dire della Cassazione, avrebbe compiuto una “legittima azione di guerra” contro il nemico occupante. Peccato che, dal punto di vista strettamente giuridico, il nemico occupante si trovava al Sud, e portava l’uniforme americana.

Ad ogni modo, per la Cassazione gli autori dell’attentato dinamitardo non possono nemmeno essere definiti “massacratori”. Si deve chiamarli “partigiani”. La Cassazione infatti ritiene che questo secondo termine sia meno offensivo del primo, forse persino elogiativo. Evidentemente, è una questione di gusti.

Scandalizzati a ogni costo

23 luglio, 2009 (09:00) | Facile ironia, Oggigiorno | Di: admin

93859Viviamo nell’epoca della dittatura del politicamente corretto e dello psicoreato. Quindi è persino coerente e logico che i soliti censori del dogma attuale – animalisti, femministe, radicali, giornalisti, politici e altri squallori – siano insorti sdegnati vedendo questo manifesto di Federcaccia.

Che a me pare invece bellissimo, per come rievoca l’atmosfera di un  mondo che purtroppo va scomparendo.

La crisi della democrazia

26 giugno, 2009 (11:12) | Facile ironia | Di: admin

Un democratico riflette sulla crisi della democrazia

Un democratico riflette sulla crisi della democrazia

Stando a quanto riferiva ieri il Corriere della Sera, il Presidente della Repubblica ha dichiarato: «Non bisogna confondere la crisi della politica con la crisi della democrazia».

Sono d’accordo.

La democrazia è la causa della crisi della politica.

Aggiungete democrazia, e aggiungerete corruzione, predominio degli interessi privati su quelli pubblici, criminalità organizzata, repressione del dissenso e della ricerca storica, ruffianerie, asservimento nazionale agli interessi stranieri,  rincoglionimento generale con droghe, televisione, elezioni, etc. Il tutto con una buona dose di ipocrisia; il vizio più fastidioso della democrazia è quello di “predicare bene”. Si chiama correttezza politica, e ha per risvolto logico la repressione di tutto quello che è scorretto.

Comunque, togliete democrazia e otterrete politica.

Quindi a modo suo il signor Napolitano ha ragione.

Il guaio è che di democrazia se ne vede ogni giorno di più.

Sempre meglio che le elezioni

18 giugno, 2009 (11:21) | Facile ironia | Di: admin

17cavecreek_600[1]--180x140

I due candidati e il magistrato-biscazziere

Ieri il sito del Corriere della Sera riportava la seguente notizia curiosa:

Arizona: niente ballottaggio, diviene consigliere chi sceglie la carta più alta – Corriere della Sera

A quanto pare le leggi dell’Arizona non prevedono il sistema del ballottaggio, e applicano – in caso di parità di voti tra più candidati – il sistema dell’estrazione a sorte.

E’ un correttivo della democrazia a cui ho pensato più di una volta. Ed è certo assai migliore rispetto al sistema elettorale.

Mentre con le elezioni si può star certi che vincerà comunque la persona peggiore (il miglior abbindolatore), con l’estrazione a sorte tra due candidati quella probabilità si riduce al 50%. Si introduce un elemento di speranza.