Caro conservatore, ti scrivo. Lettere di Julius Evola a Carl Schmitt (1951-1963)

Pubblicata la corrispondenza tra Julius Evola e il politologo tedesco Carl Schmitt – Ricostruito lo scambio di idee e progetti tra due tradizionalisti

Dopo un accurato lavoro di ricerca, catalogazione ed elaborazione durato oltre tre anni sono state ora pubblicate, come 36° volume della collana “Quaderni di testi evoliani” dalla Fondazione Evola, le lettere inviate dal filosofo tradizionalista italiano al suo corrispondente tedesco Carl Schmitt, autore di opere celeberrime come Il nomos della terra, Le categorie del politico e L’unità del mondo, e conosciuto soprattutto per via della sua famosa teorizzazione della dialettica amico-nemico.

Carl Schmitt, Glossario Dopo quelli con Comi, Tzara, Croce, Laterza, Gentile e quello generale viene così pubblicato il sesto volume di carteggi evoliani, che presenta elementi di notevole interesse per ricostruire non soltanto episodi biografici e bibliografici, ma anche e soprattutto per portare luce su quel complesso di rapporti che intercorsero fra i principali esponenti del filone culturale della “Rivoluzione conservatrice”.

Nell’epistolario infatti, che ammonta a sette lettere inviate da Evola a Schmitt tra il 1951 e il 1963, si fa menzione di varî amici e conoscenti comuni, come Ernst Jünger, Armin Mohler e il principe Rohan, la cui prima conoscenza, anche per Evola, risaliva all’anteguerra. Inoltre emergono importanti elementi di confronto che permettono di capire in quale misura vi fu una convergenza di vedute e di sentire tra i due autori: forse una sorta di sentimento di appartenenza a un fronte comune, tanto è vero che si leggono, talvolta anche solo “tra le righe”, reciproche domande, richieste di chiarimenti e di indicazioni bibliografiche. L’epistolario, conservato nello sconfinato Nachlass Carl Schmitt dell’Archivio di Stato di Düsseldorf, è purtroppo privo delle lettere inviate da Schmitt a Evola, che sono andate smarrite e di cui anche Schmitt non conservò copie; ma è possibile ricostruirne per induzione buona parte del contenuto basandosi su quanto Evola rispondeva. Principalmente esse vertono su un progetto editoriale, che non andò in porto, di pubblicare in italiano il saggio di Schmitt sul tradizionalista cattolico spagnolo Donoso Cortés (saggio che, dopo annose vicende editoriali, è uscito pochi anni orsono per i tipi delle edizioni Adelphi). Questo progetto evoliano di pubblicare Schmitt rientrava – come giustamente nota il professor Antonio Caracciolo nell’ampio saggio introduttivo che apre il volume (Due atteggiamenti di fronte alla modernità) – nel tentativo di fornire di solidi contrafforti ideologici e culturali il mondo conservatore che, nel dopoguerra italiano, si trovava a combattere la sua battaglia politica. Non andò in porto neppure il progetto, risalente al 1963, di un’antologia schmittiana, che sarebbe stata invece pubblicata, una decina di anni dopo, da Schiera e Miglio presso Il Mulino.

Carl Schmitt, Terra e mare. Una riflessione sulla storia del mondo Un ulteriore elemento di interesse di questo “Quaderno di testi evoliani” è costituito dall’appendice, nella quale sono stati raccolti i tre saggî su Schmitt scritti da Evola nell’anteguerra, e cioè La guerra totale, Modernità di Hobbes? e Per un vero «diritto europeo».

In conclusione si tratta di un fascicolo di notevole interesse, che ci informa ulteriormente su quell’affascinante e complesso movimento culturale che ruotò intorno a questi personaggî di spicco della “rivoluzione conservatrice”.

* * *

Antonio Caracciolo (a cura di), Lettere di Julius Evola a Carl Schmitt (1951-1963), Fondazione Julius Evola, Roma 2000, lire 15.000.

Segui Alberto Lombardo:
Alberto Lombardo è stato tra i fondatori del Centro Studi La Runa e ha curato negli anni passati la pubblicazione di Algiza e dei libri pubblicati dall'associazione. Attualmente aggiorna il blog Huginn e Muninn, sul quale è pubblicata una sua più ampia scheda di presentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.