Evola fra tradizione e futuro

Gianfranco de Turris

Giornalista, vicedirettore della cultura per il giornale radio RAI, saggista ed esperto di letteratura fantastica, curatore di libri, collane editoriali, riviste, case editrici. E' stato per molti anni presidente, e successivamente segretario, della Fondazione Julius Evola.

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. ekaros ha detto:

    Si, per capire…e sentire… si deve leggere e leggere Evola, attualissimo, sempre. E la sua libera fiamma sarà fuoco che brucia le infere forze dominanti l’umano…
    Evola è…sempre.

  2. aryano81 ha detto:

    Che sia osteggiato in eterno Evola , mal compreso , rinnegato , e quant ‘ altro… Il Barone dall’ alto delle Vette ove risiede ne sarebbe piuttosto contenti; perchè era proprio questo che voleva : rinnegato dalla Massa informe , senza testa nè coda , ma capito e compreso solamente da una schiera di seguaci , di iniziati del suo pensiero .

  3. ekaros ha detto:

    La tradizione, quella vera, è unica, ed evola è stato uno degli ultimi esseri a divulgare il sapere di questa eccelsa scienza. E lo sviluppo di queste forze,attuali, che dal germe passano all’atto, da evola sono state centrate, e l’attuale situazione che noi tutti stiamo vivendo, era già stata descritta, per lo più simbolicamente, e solo chi si è innalzato di un minimo gradino, da quello in cui dorme la massa umana, può intuire e vedere le forze che dominano oggi e quale sia il loro sviluppo e il loro fine. E queste forze coagulanti le masse saranno il futuro… un futuro sempre più oscuro e sempre più massificato, dove solo la più grande gravità materiale regnerà sovrana, e sol pochi dirigeranno la forsennata danza degli umani, incatenati e illusi….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *