Dino Campana, l’ultimo germano

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. alberto ha detto:

    Trovo scritto:

    … Il primo è la dedica al Kaiser nel momento in cui il germanesimo veniva vissuto dai nazionalisti come ostile: a torto, poiché la Prussia fu sempre amica del nostro Risorgimento e ad esempio a Bismarck si dovette se il Veneto diventò italiano nel 1866, nonostante la sconfitta italiana. …

    Non mi sento di condividere con affetto l'affermazione su riportata, in quanto per noi veneti il Risorgimento Italiano fu una grande disgrazia ancora peggiore della calata del barbaro Corso e molto ma molto più orrenda del ferreo dominio austrungarico.

  2. Ales ha detto:

    Ok. "Die Tragödie des letzten Germanien in Italien" = la tragedia dell'ultima antica Germania in Italia.
    Germania (antica : tutti i popoli germanici) / "Tedeschia" – Germanien / Deutschland,
    un errore dell'italiano e dell'inglese.

  3. Ales ha detto:

    per Alberto: la Prussia non sapeva niente del Risorgimento. In tutta la Deutschland il tedesco era la lingua sia del contadino che del Kaiser e dei Re, con delle corruzioni locali che vengono trascritte diversamente per essere chiamate "dialetti".
    curiosità: Vienna si rifiutò di concedere direttamente il Veneto al "Regno d'Italia" che aveva sconfitto sul campo, ai Prussiani vincitori toccò fare da intermediari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *