Dal Tradizionalismo del Novecento alla Geopolitica del XXI Secolo. Parte IV

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. Steeler ha detto:

    Ma da dove le viene fuori tutta questa ammirazione per quell’ammasso di barbari puzzolenti e senza classe? E’ proprio vero che siamo caduti veramente in basso se dobbiamo aspettarci la rinascita spirituale dalla marmaglia slava….

  2. AP ha detto:

    verrebbe quasi da bombardarli! Usando i missili di Israele e USA e i soldi di Soros…

  3. Giasone ha detto:

    Non capisco questo astio verso la Russia che leggo nei commenti: bisogna fare una netta distinzione fra quella post-rivoluzionaria (comunista, atea e collettivista) e quella pre-rivoluzionaria (cristiana, zarista e tradizionalista), la quale, nella sua ortodossia incentrata sul monachesimo, aveva una forza spirituale non indifferente e, sotto certi aspetti, superiore al cattolicesimo europeo, più concentrato ad ottenere maggior potere temporale.
    Detto questo non so se potrà essere la futura depositaria della restaurazione tradizionale, sebbene possa essere una possibilità. Guènon si soffermò più volte sulla fallacia delle profezie.

  4. Nanni ha detto:

    Rasputin era un uomo (molto) negativamente orientato…

  5. AP ha detto:

    Rasputin intuì con straordinaria lucidità il destino di sangue a cui sarebbe andata incontro scendendo al fianco degli stati occidentali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *