Cristianesimo, laicismo, islam

Potrebbero interessarti anche...

22 Risposte

  1. Rudolf05 ha detto:

    Senz’altro. Pseudo-dotte erudizioni scolastiche di stampo storiografico non hanno alcun senso e sono totalmente disgiunte dalla realtà e dalla storia. Parlare della Turchia odierna post-ottomana del pupazzo erdogan come di una entità statuale erede dell’Impero romano d’Oriente, è puro onanismo. Ma si capiva sin dall’inizio dove voleva andare a parare il nostro amico, sostenitore appunto degli interessi ‘cosmopoliti’ e globalizzatori di un soros quialsiasi: prosopopea, falsità e presunzione sono i marchi topici che ci additano i servi del sistema che si spacciano per ‘alternativi’. Machiavelli e Leopardi avevano capito che la caduta di Roma fu dovuta proprio al malato cosmopolitismo e alla perdita di identità del Civis Romanus. Se un cittadino di Roma è cittadino del mondo e il cittadino del mondo lo è di Roma, allora Roma è il mondo e viceversa e si annulla in esso. E’ da false premesse come quelle del signore che chiosa ‘dotte’ illazioni che nasce il transumanesimo della società gender e la creazione dell’uomo senza identità.

  2. Kaspar Hauser ha detto:

    Sia Calabrese che Marturano sono intellettuali di spessore (tra l’altro di Marturano sono presenti anche in questo sito degli scritti interessanti sulla cultura russa medievale).In questo caso , sebbene condivida la preoccupazione per l’invasione di immigrati sulle nostre terre, non mi trovo concorde sui giudizi verso l’Islam e verso il mondo arabo in particolare, che potrebbe rappresentare una risorsa per cercare di arrestare il declino, morale e culturale, dell’Europa. Vate, ad esempio, parla con preoccupazione del dilagare dell’ideologia del gender nelle scuole, ebbene non credete che un maggior dialogo con le comunità arabe nelle nostre terre, possa essere utile per arrestare tale situazione? Del resto politici e intellettuali di destra  del secolo scorso ,hanno avuto rapporti assai positivi con il mondo islamico, e questo è innegabile. Come altrettanto innegabile è l’enorme spessore di tale cultura.

  3. Kaspar Hauser ha detto:

    “…sebbene condivida la preoccupazione di Calabrese…”

  4. Rudolf05 ha detto:

    Lo spessore della cultura resta innegabile. Ma che “c’azzecca” con Noi e l’Europa è un fatto che mi si deve spiegare, fuor dalle false metafore progressiste e dai dogmi modernisti. La Cultura e le Tradizioni di qualunque popolo possono ed anzi debbono avere contatti di mutuo rispetto con altre Culture e Tradizioni. Il meticciato no. E’ la ‘risorsa’ dei marino, dei sindachetti pro-tempore di Milano o dei ‘governatori’ (SIC) di Puglia, risorsa utile alle multinazionali, agli speculatori e sfruttatori del post-capitalismo de-industriale e ai centri di potere apolide che gravitano attorno al regime nord americano.

  5. Pujol ha detto:

    Ritengo gli interventi di Aldo marturano l’unica cosa sensata, competente e decente in questa pagina web. Articolo penoso e interventi ignoranti.

  6. Kaspar Hauser ha detto:

    Pujol(non sarai mica il difensore del Barcellona?…),Marturano è sicuramente uno studioso preparato e competente(non c’era bisogno ce lo dicessi tu),anche se vi possono essere sensibilità differenti su temi fondamentali,come può essere quello dell’immigrazione(ma sull’Islam mi trova in buona parte concorde).Comunque neanche il tuo intervento brilla per particolare intelligenza,visto che ti limiti all’insulto,senza motivare minimamente il tuo “pensiero”.

  7. Rudolf05 ha detto:

    Bravo, hai detto la tua. Non so a chi interessi, francamente, ma ora potrai guardarti allo specchio ,da vero uomo.

  8. Rudolf05 ha detto:

    Bravo ‘pujol’ naturalmente…il post è indirizzato al suo genotipo.

  9. Aldo C. Marturano ha detto:

    Non so se riesco a mandarvi qui una foto, ma se non riesco venite su Facebook e la guardate e la commentiamo.

  10. Aldo C. Marturano ha detto:

    Rudolf05
    Certo entrambe le forme sono accettabili per chi non conosce il francese. POT POURRI è un piatto della cucina francese fatta in terrine di terracotta e si usa IN ITALIANO per indicare una miscela di componenti eterogenei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.