Charles Maurras e la denuncia della decadenza

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. paolo ha detto:

    funzioni. Idee, progetti, proposte che non hanno fatto altro che aumentare la sofferenza degli uomini e che, alla lunga o alla breve, si sono tutti rivelati dei gran fallimenti. Dunque sia che ci si imbarchi in un progetto aristocratico e nobiliare oppure in uno plebeo e populista, prima… o poi il modello implode o esplode regolarmente su se stesso.
    Ovviamente questo Maurras, ottusamente cattolico duro e puro, non arrivò nemmeno lontanamente a capirlo. Il modello più longevo che abbiamo davanti – anche se, rigorosamente parlando non si tratta di uno Stato vero e prorio almeno da un secolo e mezzo a questa parte – è lo Stato Pontificio. Ma a quale prezzo per i sudditi ha potuto resistere per circa diciassette secoli questo autentico 'monstrum' politico e giuridico?
    Utilizzando un autoritarismo spietato consistito nell'eliminazione drastica della libertà di pensisero dei singoli e proponendo come base fondate del proprio potere vicende probabilmente leggendarie coagulate regolarmente in dogmi incontrovertibili. La Chiesa Cattolica ha rappresentato pertanto una drammatica involuzione della libertà dei singolo se pensiamo alla tolleranza e alle libertà di pensiero vigenti in seno al Paganesimo che l'ha preceduta

  2. paolo ha detto:

    Veramente ridicola poi l'affermazione fatta da Donoso Cortès secondo la quale la 'democrazia è una forma di anarchia'. Pazzesco: è vero proprio il contrario. La democrazia è la forma più spietata di potere dittatoriale legato ad oligarchie plutocratiche che sipotesse concepire. La sua forza consiste nell'esercitare un potere travestito e fallacemente basato sul consenso dei più.
    Come conclusione, tanto vale lasciar perdere futili vagheggiamenti e riconoscere invece che è un inutile perditempo concepire modelli di Stato che mai si potranno realizzare, vista l'estrema precarietà della fase storico-cosmica che stiamo attraversando.
    Paradossalmente l'unico modello proponibile di questi tempi è in definitiva un non-modello e cioè l'anarchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *