Camminare nella luce. La forza di benedizione augurale

augustoL’esercizio della Vita Fiorente consisteva nel cogliere la forza germogliante che si manifesta innanzitutto nel mondo vegetale.

Cogliere la vita che cresce e si espande crea una risonanza nella nostra anima, produce in noi una impressione simile a quella prodotta dalla visione con il Sole che sorge e che cresce fino al Mezzogiorno. Così insegna Steiner.

Il nostro pensiero si sintonizza sulle forze di crescita e luce. Diventa pensiero vivente e in quanto tale dotato di capacità augurale.

Steiner in una conferenza di inizio secolo parlava della forza del Vril: forza capace di far germogliare i semi. Aggiungeva che tale forza nel nostro tempo deve essere impiegata con intelletto e coscienza nella vita sociale per accrescere la consapevolezza degli uomini, consolidare l’ordine sociale, aumentare la prosperità.

Quando in una giornata di Sole si cammina all’aria aperta e quasi con la nostra testa possiamo avvertire come un immergersi in un mare di luce. A quel punto la qualità dei pensieri deve essere sintonizzata con la luce.

Mentre si cammina o mentre si sta all’aria aperta si possono formulare pensieri augurali. Ovvero si visualizzano situazioni concrete della nostra vita e si immaginano i possibili sviluppi positivi. Si immagina il miglioramento e il passaggio graduale a un livello più soddisfacente, sempre aderendo a un criterio di assoluto realismo e buon senso.

La luce dei pensieri a quel punto diventa una con la luce del mondo. “Voi siete la luce del mondo”.

La forza augurale in noi si unisce alle forze eteriche-vitali che nell’universo portano crescita.

Questo atteggiamento deve diventare un tratto del temperamento. Ovvero bisogna diventare persone bene-auguranti, innanzitutto col pensiero e col sentimento, quindi come naturale condensazioni delle prime due facoltà, con l’azione.

L’esperienza è connessa anche con il ripetuto esercizio della Venerazione.

Steiner sottolinea: quei fanciulli che alzano lo sguardo verso il mondo degli adulti con venerazione, in età matura diventano benedicenti. L’esercizio della venerazione genera per metamorfosi la forza della benedizione.

Si alimenta in tal modo in noi una forza solare che agisce “dall’alto verso l’alto”.

Lascia una risposta