La battaglia di Petrikowka. Fanti italiani e fanti SS sul fronte russo

Massimiliano Afiero

Massimiliano Afiero nasce ad Afragola (Napoli) nel 1964. Insegnante di informatica ma soprattutto appassionato studioso del secondo conflitto mondiale, ha pubblicato numerosi articoli sulle principali riviste di Storia a diffusione nazionale, come Storia del XX Secolo, Storia e Battaglie, Storia del Novecento, Raids e Milites e collabora attivamente con numerosi siti web a carattere storico-militare. Dal novembre 2004 è Consulente storico e Direttore Tecnico della rivista Volontari, bimestrale dedicato esclusivamente alla storia delle formazioni della Waffen SS. Dal maggio 2008 Caporedattore della rivista bimestrale SGM (Seconda Guerra Mondiale) pubblicata dall'Editoriale Lupo.

Potrebbero interessarti anche...

239 Risposte

  1. Ugo ha detto:

    Vorei sapere se qualcuno si ricorda di mio zio che ha fatto la seconda guerra in Russia ma non ha mai tornato il duo nome Geraldo Bisogno di Cava dei Tirreni Salerno

    Ciao Ugo

  2. Andrea ha detto:

    Ciao a tutti! Chiedo informazioni su mio pro-zio, Baldassarre CUSUMANO, che dovrebbe essere nato a Castelvetrano (Trapani), ed è segnalato come disperso durante la campagna in Russia. Se avete qualsiasi informazione vi prego di contattarmi all’indirizzo: andre313@libero.it

    Ringrazio tutti in anticipo!
    Andrea

  3. Tatiana ha detto:

    E’ sonvolgente, dopo tanti anni, vedere quante persone cercano notizie dei propri cari.
    Vorrei sapessero che sono TUTTI ricordati nel Giardino della Memoria di Canale d’Agordo (BL), Monumento orizzontale dedicato ai Caduti e Dispersi nella Campagna di Russia 1941-43
    http://www.giardinodellamemoria.it

  4. barbara ha detto:

    Salve. Mio nonno Fontecchia Domenico ha combattuto in Russia. Ha parlato delle sue esperienze solo in alcuni periodi della sua vita. Una cosa però non ha mai esitato a raccontare. L’11 novembre per lui era un secondo compleanno perchè l’11 novembre aveva coperto la ritirata dei suoi e poi era riuscito a mettersi in salvo con la sua arma legata alla caviglia mentre. Questa azione gli valse una medaglia d’argento a cui lui rinunciò in favore di una licenza premio. Nonno impiegò diversi mesi per raggiungere il suo reggimento. Probabilmente venne fatto prigioniero. Finita la guerra si è sposato; ha avuto tre figli e sette nipoti. E’ morto 5 anni fa nel suo letto all’età di 87 anni.
    Vorrei ricostruire la sua storia in guerra. Da dove si parte per una ricerca di questo genere?
    Grazie

  5. pascal ha detto:

    devi recuperare il foglio matricolare, li c’è tutta la sua vita militare. parti dal distretto di appartenenza e chiedi dove sono finiti i suoi documenti, dovrebbero essere nell’archivio di stato

  6. Francesco Livi ha detto:

    Salve a tutti,
    rispondendo a Letterio colgo l’occasione per provare a ricostruire una piccola parte della mia storia familiare. Un mio prozio (Michele Livi, nato a Cartel Madama in provincia di Roma), fratello maggiore di nonno (classe 1921), partecipando alla campagna di russia fu fatto prigioniero e internato in località a me sconosciuta ma nei pressi (da racconti tramandati) del confine mongolo. Una volta liberato tornò coi suoi mezzi, lavorando nelle fattorie per sostentarsi e facendo lunghissimi tratti a piedi. Tornò nel paese natale solamente nel 1952 (celebre in famiglia il racconto dell’infarto della moglie che lo aveva dato ormai per morto).
    Credo che altri prigionieri, una volta liberati, possano aver vissute esperienze simili a quelle del mio familiare e, chissà, potrebbero essersi semplicemente stabilizzati in qualche villaggio sulla strada di ritorno.

    Sarei estremamente grato a chi potesse fornirmi notizie di familiari (i nomi sono vaghi la famiglia era numerosa.. Benedetto, Antonio, Michele, Quinto) delle famiglie Livi e Mancini, natali a Castel Madama (RM).

    Da mie ricerche, i coscritti del paese inviati nel CSI o nell’Armir erano inquadrati nei seguenti reggimenti:

    – 52° Reggimento Artiglieria Motorizzata Divisione “TORINO”
    – 11°Raggruppamento Artiglieria C.A. Alpino
    – 82° Reggimento fanteria Divisione “TORINO”
    – 79° Reggimento fanteria, Divisione “PASUBIO”

    Grazie a tutti per chiunque volesse aiutarmi.

    Francesco f_livi@libero.it

  7. Mario ha detto:

    Un grazie particolare a Pascal. Tramite UNIRR ed Onorcaduti sono riuscito ad avere maggiori informazioni e dettagli sulla data, causa e luogo di morte di mio nonno paterno (del quale ne porto il nome). Dal ministero ho avuto una comunicazione che anche loro erano in attesa di aggiornamenti (foto e/o documenti) sul campo di prigionia di Volsk.

  8. Mario ha detto:

    …ovviamente chiederei a tutti gli iscritti se hanno avuto anche loro dei familiari prigionieri o deceduti in quel campo di postare le notizie in loro possesso… Grazie!

  9. mirco cavallari ha detto:

    Ciao a tutti,
    ho ritrovato alcune lettere scritte sul retro del libretto di manutenzione dell’autocarro FIAT 626 BL MIlitare scritte da mio nonno paterno Cavallari Erminio, autista di supporto alla Divisione Torino, nella quale militavano 2 suoi fratelli, Mario citato spesso. Mio nonno è tornato dopo anni di prigionia in Italia e mi ha consegnato personalmente queste lettere, dense di storia e di emozioni.. non cita nomi propri ma numerose località che ho provveduto a georeferenziare ( e il mio lavoro) e sto ricostruendo le sue note con indirizzo geografico. i dati certi che so sono quelli relativi al suo automezzo:
    targa R.E. : 112588
    Autotelaio: 009462
    Motore: 009610

    Mio padre mi ha raccontato poco della fase della prigionia in russia e vorrei ricostruire il piu possibile. So anche che ha tardato di qualche anno il ritorno e che aveva lavorato e vissuto presso una famiglia..forse per piu di un anno..magari ho dei cugini che non conosco.. non so dove..
    C’è la possibilità di risolaire al campo di prigionia? o qualcuno vuole suggerirmi altri chiavi di ricerca? grazie
    mirco

  10. Milena ha detto:

    ultima cartolina del soldato Cattaneo Remo del 20-11-1942 dell’82° fanteria 9°compagnia 3°batt.ne divisione Torino DISPERSO IN RUSSIA- qualcuno SA DIRMI cos’è successo dopo? Grazie, Milena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.