La battaglia di Petrikowka. Fanti italiani e fanti SS sul fronte russo

Massimiliano Afiero

Massimiliano Afiero nasce ad Afragola (Napoli) nel 1964. Insegnante di informatica ma soprattutto appassionato studioso del secondo conflitto mondiale, ha pubblicato numerosi articoli sulle principali riviste di Storia a diffusione nazionale, come Storia del XX Secolo, Storia e Battaglie, Storia del Novecento, Raids e Milites e collabora attivamente con numerosi siti web a carattere storico-militare.

Dal novembre 2004 è Consulente storico e Direttore Tecnico della rivista Volontari, bimestrale dedicato esclusivamente alla storia delle formazioni della Waffen SS. Dal maggio 2008 Caporedattore della rivista bimestrale SGM (Seconda Guerra Mondiale) pubblicata dall’Editoriale Lupo.

Potrebbero interessarti anche...

236 Risposte

  1. angelo forni ha detto:

    risposta alla vostra,non mi risulta . percui chiedo x cortesia se si sà la motivazione
    della decorazione di Forni Mario N.il 16/1/1917 reduce dalla campagna di russia
    della brigata Torino 82°
    nb. ho un nome di un comandante .Paciardi

  2. Luigi Lanzino ha detto:

    Salve a tutti. Chiedo un gentile aiuto x avere informazioni sulla sorte di mio zio BRUNO Ernesto nato a San Pietro in Guarano prov. CS il 08.10.1921. Faceva parte del 79° rgt. Fanteria. Disperso in Russia il 30.11.1942.
    Sarei veramente grato a chi mi potesse fornire qualche notizia.
    Grazie

    • Maiorano Gaetana-Tania ha detto:

      Anche il mio prozio Dell’api/ Dellapi Michele fratello di mia nonna, faceva parte del 79° rgt. ftr. ed è disperso dal 31 ottobre 1942. Mio zio è nato il 6 maggio 1920 ad Andretta in provincia di Avellino in Campania. Sarei immensamente grata se qualcuno potesse darmi qualche informazione.

  3. Enrico ha detto:

    Per Angelo Forni:
    Forni Mario di Angelo e di Cotti Maria, da S.Matteo della Decima (Bologna) classe 1916, fante, 82° fanteria “Torino” Croce di Guerra al Valor Militare – “Esploratore, dava in più combattimenti prova di calma e sprezzo del pericolo. Nel corso di un’azione offensiva, individuato un centro avversario che con nutrito e micidiale fuoco ostacolava il movimento di un altro reparto, con pochi animosi si lanciava all’ assalto riuscendo a snidare il nemico. – Balka Oskad (fronte russo), 7 dicembre 1941
    Dispensa n. 24 bollettino ricompense anno 1950, pagina 3625

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *