Archivio Mensile: settembre 2013

Archetipi della Russia nella lettura di Elémire Zolla

Il filo rosso della storia russa è il costante richiamo al modello della romanità nella duplice e oscillante versione dell’imperatore costantinianeo e dell’imperatore-filosofo, fra Bisanzio e la Grecia classica, fra l’impero assolutistico di stampo più orientale e il modello romano-occidentale più tollerante e pluralista.

Socialismo o barbarie

I motivi che hanno dato luogo all’esplosione di Alba Dorata sono ben noti: crisi economica devastante, immigrazione selvaggia, criminalità dilagante… Sono i fenomeni tipici delle “democrazie occidentali”, che tuttavia in Grecia hanno avuto un impatto più forte a causa dell’intrinseca debolezza dell’economia ellenica.

L’eredità romano-bizantina della Russia nel pensiero di Arnold Toynbee

Agli occhi di Toynbee, il comunismo sovietico si configura come una sorta di nuova religione laicizzata e terrestrizzata, ma la Russia nella sua sostanza resta pur sempre uno Stato-Impero totalitario che raccoglie l’eredità simbolica e politico-religiosa dell’Impero Romano d’Oriente.

I maghi esistono ancora

Novecento occulto di Gerhard Wehr offre un’introduzione essenziale all’esoterismo contemporaneo e al tempo stesso vale come invito a rivisitare il pensiero del Novecento per sondare questo suo lato arcano. È in sostanza un primo approccio...